Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/11/2019 alle ore 14:45

Attualità e Politica

03/11/2019 | 11:41

Legge di Bilancio 2020, Relazione tecnica del Governo: gara slot e VLT da 1,8 miliardi, da “tassa sulla fortuna” entrate per 296 milioni

facebook twitter google pinterest
Legge Bilancio 2020 Governo gara slot VLT tassa fortuna

ROMA - Il ministero dell’Economia si prepara ad un incasso-monstre dalla gara per la gestione di slot machines e Videolotteries (VLT), la più ricca nella storia dei giochi: almeno 1.818 milioni di euro di entrate straordinarie, da incassare nel 2021 (909 milioni) e 2022 (909 milioni). Lo conferma la relazione tecnica del Governo che accompagna la legge di Bilancio 2020, che ha ottenuto le firme del Presidente della Repubblica e del Ragioniere Generale dello Stato e sarà da domani all’esame del Senato. Secondo quanto stabilisce il disegno di legge di Bilancio, è dunque confermata l’intenzione del Governo di procedere ad un riordino del territorio, attraverso un decreto del Mef, con la conseguente messa a gara di diritti per 250mila slot machine (al prezzo della base d’asta, incasso previsto 350 milioni di euro), 58mila Vlt (899 milioni), 35mila bar e tabacchi (385 milioni), 2800 sale giochi (84 milioni), 50 diritti online (100 milioni). La gara sarà indetta entro la fine del prossimo anno e porterà i suoi effetti finanziari nel 2021 e 2022: gli operatori verseranno metà del dovuto poco dopo l’aggiudicazione della concessione e il resto alla firma della nuova convenzione. Il Governo ha fatto poi i conti sull’ennesimo aumento della “tassa sulla fortuna”. Anche le piccole vincite alle Videolotteries – inferiori a 500 euro - saranno tassate all’1,9% e porteranno un gettito fiscale di 259 milioni nel 2020. La misura sarà effettiva dal mese di maggio. L’aliquota scenderà all’1,3% dal 2021, con entrate previste dal ministero dell’Economia per 266 milioni annui, riporta la Relazione del Governo. L’aumento riguarda però anche la “tassa sulla fortuna” per le vincite alle Videolotteries che superano i 500 euro, non solo quelle di importo inferiore: la legge di Bilancio porterà l’aliquota dal 12 al 15%, con un incremento di gettito di 30 milioni di euro (20 milioni nel 2020). Anche su altri giochi – WinforLife, Gratta e Vinci, SuperEnalotto, Lotterie Nazionali – il Governo ha deciso di ritoccare in alto il prelievo, dal 12 al 15%: il risultato contabile sarà un aumento del gettito 2020 di 16,5 milioni. L’aumento della “tassa sulla fortuna” porterà complessivamente allo Stato 296 milioni nel 2020, 316 nel 2021 e 2022.
NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password