Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/05/2024 alle ore 13:02

Attualità e Politica

04/04/2024 | 16:30

Lottomatica e Rosso, nuovo appuntamento con la donazione del sangue in azienda

facebook twitter pinterest
Lottomatica e Rosso nuovo appuntamento con la donazione del sangue in azienda

ROMA - Nuova giornata dedicata alla donazione del sangue, oggi, in Lottomatica. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Rosso, startup che si è data l’ambizioso obiettivo di ridurre i tempi di attesa dei pazienti fino ad azzerare l’emergenza sangue entro il 2030 nel nostro Paese.

Numerosi i dipendenti di Lottomatica che hanno deciso di partecipare a questa seconda giornata organizzata dall’azienda e che hanno potuto donare presso le autoemoteche, unità mobili speciali costruite con le stesse funzioni di un centro trasfusionale, presenti in Lottomatica: grazie al loro gesto di solidarietà, hanno dato un aiuto concreto alle tante persone che sono ancora in attesa di ricevere una trasfusione di sangue in Italia. E in cambio del loro atto di generosità, i donatori hanno avuto l’opportunità di ricevere un check-up medico gratuito.

"L’ampia partecipazione da parte dei colleghi di Lottomatica è un segnale di grande impegno sociale, partecipazione e responsabilità che ci riempie di orgoglio”, ha commentato la Chief People Officer del gruppo Giuseppina Falcucci, che poi ha ricordato: “Donare è un gesto semplice e sicuro. L’iniziativa di oggi costituisce un’occasione importante per dimostrare la nostra sensibilità e solidarietà come organizzazione e come azienda”.

Proprio in quest’ottica di sensibilizzazione a tutti i livelli, nel 2004 l’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) ha istituito ogni 14 giugno la “Giornata Mondiale del Donatore di Sangue” che mira a far crescere la consapevolezza dell’opinione pubblica e a far conoscere i fondamentali effetti positivi che la donazione produce. Ancora oggi le trasfusioni di sangue sono essenziali per salvare la vita delle persone, eppure in Italia solo il 2,7% della popolazione lo dona. Una percentuale ancora troppo bassa e insufficiente per soddisfare il fabbisogno esistente a livello nazionale.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password