Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/04/2021 alle ore 20:06

Attualità e Politica

18/03/2021 | 12:50

Manifestazione giochi a Torino, terminato incontro lavoratori-Giunta. Negro (pres. Onorario Astro): “Maggioranza impegnata per modifica legge o almeno eliminazione retroattività”

facebook twitter pinterest
Manifestazione giochi a Torino terminato incontro lavoratori Giunta. Negro (pres. Onorario Astro): “Maggioranza impegnata per modifica legge o almeno eliminazione retroattività”

ROMA - Si è concluso da pochi minuti l’incontro tra i rappresentanti di lavoratori – guidati dal presidente onorario di As.Tro, Mario Negro, e dalla responsabile Piemonte di Sapar, Alessia Milesi – e la Giunta regionale del Piemonte. A riportare ad Agipronews l’esito dell’incontro è Mario Negro, presidente onorario di Astro, l’associazione degli operatori di gioco lecito. “E’ andata bene – ha detto - la piazza è stata affollata e composta  e abbiamo avuto risposte promettenti dalla maggioranza che governa la regione. Abbiamo incontrato gli assessori Tronzano (Bilancio) e Poggio (Commercio), oltre al consigliere Leone, ci hanno garantito che porteranno le nostre richieste in Consiglio regionale. C’è un problema di tempi stretti, visto che le ultime deroghe alla norma scadranno il 21 maggio. Ora il Consiglio regionale è impegnato nella sessione di bilancio, che dovrebbe chiudersi a fine mese: terminato il lavoro, si potrà tornare a discutere la modifica della legge n.9 del 2016, attraverso una riforma organica – con la modifica del distanziometro in prima battuta – oppure eliminando almeno l’aspetto della retroattività, che colpisce ed espelle le attività di gioco già presenti nel territorio regionale”.

Leone (pres. Comm. Economia Piemonte): "No a legge retroattiva, danneggia gli investimenti delle aziende"

Cassiani (Pd): "Allarme infiltrazioni mafiose è gravissimo, così si uccide la legalità"

Pucci (pres. Astro): “Piazza piena, lavoratori compatti per la modifica della legge. Ora spetta alla politica dare risposte”

le associazioni dei lavoratori: "Assurdo discriminare il settore, necessari indennizzi per le attività chiuse"

Perosino (Forza Italia): "Garantire al settore adeguato sostegno e percorso per riaperture"

Distante (Sapar): "Le promesse non bastano più, ci vuole buonsenso per salvaguardare le imprese"

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password