Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/01/2021 alle ore 21:20

Attualità e Politica

02/12/2020 | 12:50

Manovra, Camera: al voto in Commissione Bilancio gli emendamenti su proroga concessioni giochi, preu slot al 21,60% e stop a distanziometro

facebook twitter google pinterest
Manovra Camera emendamenti proroga concessioni giochi preu slot distanziometro

ROMA - Sono diversi gli emendamenti alla manovra che riguardano il settore giochi che hanno superato il vaglio dell'ammissibilità da parte della presidenza della Commissione Bilancio della Camera. Sarà sottoposto al voto l'emendamento di Mauro D'Attis (Forza Italia) che fissa il preu delle slot al 21,60% delle somme giocate per il 2020 e il 2021. Al voto anche l'emendamento che, dal 1° gennaio 2021, abroga le normative emanate da Regioni ed Enti Locali in materia di distanze minime dai luoghi sensibili e orari di apertura degli esercizi dove sono installati gli apparecchi. La presidenza della Commissione ha valutato ammissibile anche la proposta di prorogare a titolo oneroso, fino al 31 dicembre 2023, tutte le concessioni giochi e la proposta di affidare a uno o più decreti del direttore Adm il riordino dei giochi numerici a quota fissa e dei giochi numerici a totalizzatore nazionale. 

E' stato considerato ammissibile anche l'emendamento che chiede di non considerare la regolarità fiscale e contributiva tra i requisiti per l'iscrizione al Registro unico degli operatori. Sarà votata la proposta di modifica che riguarda il betting exchange e che chiede di considerare la raccolta delle scommesse come la sommatoria di tutte le commissioni addebitate ai giocatori. Superano il vaglio dell'ammissibilità anche due emendamenti sul bingo: una proposta fissa il prelievo erariale e il compenso per il controllore centralizzato all'8% e all'1% del prezzo di vendita delle cartelle, un altro emendamento propone il versamento del preu e del compenso, da parte dei concessionari, entro novanta giorni dal ritiro delle cartelle. 
Sono circa 2.500 gli emendamenti alla manovra dichiarati inammissibili, circa 1.100 proposte di modifica in ragione della materia trattata e 1.393 per mancanza di copertura. Non passano il vaglio dell'ammissibilità le proposte di modifica che chiedevano di rendere nulle, nei contratti bancari, le clausole contrattuali che prevedono l’esclusione delle aziende che operano nella raccolta di gioco a mezzo degli apparecchi e alla rimodulazione della tassa sulla fortuna al 12% per alcuni giochi. Entro le 13 i gruppi potranno presentare i ricorsi e alle 19 verrà comunicato in Commissione l'esito con l'elenco definitivo delle inammissibilità.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password