Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 29/01/2020 alle ore 19:15

Attualità e Politica

23/12/2019 | 17:07

Manovra, la Camera approva la fiducia sul testo senza modifiche

facebook twitter google pinterest
Manovra Camera fiducia

ROMA - Con 334 voti favorevoli, il Governo ha incassato la fiducia sulla manovra nell'Aula della Camera, nel testo identico a quello approvato al Senato, che prevede la gara per le nuove concessioni dei giochi, l'aumento del preu su slot e videolotteries e della “tassa sulla fortuna” per VLT, Win for life, Win for life Gold, SiVinceTutto e Gratta e Vinci. 

GARE GIOCHI - Le gare per le concessioni fissano a 200mila il numero delle slot con base d'asta a 1.800 euro, «da cui consegue un valore totale a titolo di una tantum non inferiore a 360 milioni di euro». Saranno invece 50mila le VLT da mettere a gara, con base d'asta di 18mila euro, per un valore totale «non inferiore a 900 milioni di euro». Il numero dei punti vendita in cui sarà possibile installare slot sarà fissato a 35mila, con base d'asta di 11mila euro per ogni diritto, con un valore totale di 385 milioni di euro, mentre per le sale VLT il numero sarà fissato a 2.500 (con base d'asta a 35mila euro), per un valore totale di 87,5 milioni.Infine il numero dei diritti per la raccolta di gioco da remoto sarà fissato a 40, per i quali la base d'asta sarebbe pari a 2,5 milioni di euro, «con conseguente introito complessivo di almeno 100 milioni di euro». Cancellate le norme che affidavano al MEF la distribuzione dei punti gioco sul territorio. 

UTILIZZO DATI - L'utilizzo e l'analisi dei dati registrati e trasmessi da slot e vlt «sono riservati al Ministero della Salute e all'Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco patologico, all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (per le finalità di pubblicazione dei report sul proprio sito e documentazione richiesta da governo organi parlamentari), oltre che alle forze dell'ordine e ai soggetti istituzionali preposti per i compiti di controllo e verifica degli adempimenti concessori ed esigenze di prevenzione e repressione del gioco illegale».

AUMENTO PREU - Dal 1° gennaio 2020, il prelievo erariale sulle slot sarà fissato al 23,85% e salirà al 24% dal 1° gennaio 2021, una norma che porterà nelle casse dello Stato 495,8 milioni di euro, cifra che salirà a 510,3 milioni a partire dal 2021. Per le Videolotteries (VLT), il preu sarà pari all'8,5% nel prossimo anno e salirà all'8,6% dal 2021: arriveranno 135,4 milioni nel 2020, che saliranno a 141,1 milioni a partire dal 2021. Quindi, dalle nuove tasse sugli apparecchi lo Stato prevede di incassare 631,2 milioni nel 2020 e 651,4 milioni dal 2021. Dal 2020 verrà rimodulato anche il payout - la percentuale delle somme giocate destinata alle vincite - che sarà fissato al 65% per le slot e all'83% per le VLT.

TASSA SULLA FORTUNA - Cambia anche la tassa sulla fortuna: dal 15 gennaio 2020, per le VLT «è fissata nel 20% per la quota delle vincite eccedenti il valore di 200 euro»: il maggior gettito sarebbe pari a 355,7 milioni, mentre dal 2021 i maggiori introiti sono stimati in 362 milioni. Dal 1° marzo 2020, invece, si pagherà il 20% sulla parte di vincita che supera i 500 euro per Win for life, Win for life Gold, SiVinceTutto e per le lotterie nazionali ad estrazione istantanea: il maggior gettito stimato è di 44 milioni. In totale, dall’aumento della tassa sulla fortuna l’incremento di gettito sarebbe pari a 472,7 milioni nel 2020 e 487 milioni dal 2021.

MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password