Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/05/2018 alle ore 21:32

Attualità e Politica

19/04/2018 | 17:11

Match fixing, Cataldi (Procura Coni): “Scommesse anomale e crimine organizzato, un legame ancora da provare”

facebook twitter google pinterest
Match fixing Cataldi Coni

ROMA – «Non esistono al momento evidenze che provino la connessione tra flussi di scommesse illegali e interessi della criminalità organizzata». Lo ha detto il generale Enrico Cataldi, nel corso del seminario tenuto oggi a Roma sulla corruzione nello sport. Un'affermazione che il Procuratore Nazionale del Coni ha ribadito e chiarito a margine dell'incontro, in una breve intervista rilasciata ad Agipronews. «In altri ambiti sono stati accertati interessi precisi delle cosche su attività economiche, anche nel mondo dello sport. Pensiamo ad esempio alle infiltrazioni nelle tifoserie sportive. Questo non è successo ancora per quanto riguarda le frodi sportive e l'eventuale collegamento con le scommesse. Voglio dire che non si sono state risultanze processuali su questo». Significa che il bubbone non esiste o che non è ancora stato scoperto? «Io questo non lo so, mi limito a rilevare i fatti. Mi pare però che i flussi anomali registrati sulle scommesse non siano di entità tale da far pensare a interessi diretti delle mafie».

MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Giochi la settimana in un clic 25 maggio 2018

Giochi, la settimana in un clic

25/05/2018 | 16:40 LUNEDI' 21 MAGGIO Aziende -  L’Agenzia Dogane e Monopoli ha dato il consenso formale all’operazione che porterà Playtech all’acquisizione del 70,561% del capitale Snaitech. È quanto si legge...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password