Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/01/2020 alle ore 10:45

Attualità e Politica

16/12/2019 | 14:27

Maxiemendamento alla Manovra, relazione tecnica del Governo: 1,8 miliardi dalle nuove concessioni giochi nel biennio 2021-2022

facebook twitter google pinterest
Maxiemendamento Manovra relazione tecnica Governo concessioni giochi

ROMA - Dalle nuove gare per le concessioni giochi - così come sono state riformulate dall'emendamento del senatore Giovanni Endrizzi (M5S) - il Governo conta di incassare oltre 1,8 miliardi di euro, divisi in due rate da 916 milioni di euro ciascuna, nel biennio 2021-2022. È quanto si legge nella relazione tecnica che accompagna il maxiemendamento sulla manovra – da cui è stato cancellata la previsione di un riordino complessivo del settore - su cui il Governo ha chiesto la fiducia in Aula al Senato. Le gare per le concessioni fissano a 200mila il numero delle slot con base d'asta a 1.800 euro, «da cui consegue un valore totale a titolo di una tantum non inferiore a 360 milioni di euro». Saranno invece 50mila le VLT da mettere a gara, con base d'asta di 18mila euro, per un valore totale «non inferiore a 900 milioni di euro». Il numero dei punti vendita in cui sarà possibile installare slot sarà fissato a 35mila, con base d'asta di 11mila euro per ogni diritto, con un valore totale di 385 milioni di euro, mentre per le sale VLT il numero sarà fissato a 2.500 (con base d'asta a 35mila euro), per un valore totale di 87,5 milioni.

Infine il numero dei diritti per la raccolta di gioco da remoto sarà fissato a 40, per i quali la base d'asta sarebbe pari a 2,5 milioni di euro, «con conseguente introito complessivo di almeno 100 milioni di euro». La norma prevede che la una tantum venga versata in due rate: «la prima, pari al 50% della base d'asta, entro 30 giorni dalla comunicazione dell'aggiudicazione della concessione, e la differenza tra l'offerta presentata e il versamento effettuato entro 30 giorni dalla sottoscrizione della convenzione di concessione. Tali pagamenti avranno verosimilmente luogo rispettivamente nel corso del 2021 e del 2022».

MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password