Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/06/2019 alle ore 20:39

Attualità e Politica

23/05/2019 | 09:53

Nicita (Agcom): "Bisogna distinguere tra pubblicità nei luoghi generalisti e informazione nei luoghi specializzati del gioco"

facebook twitter google pinterest
Nicita Agcom pubblicità gioco

ROMA - «Sia nei luoghi “generalisti”, sia nelle trasmissioni “generaliste”, devono essere monitorate e vanno capite e definite le specifiche condizioni all’interno delle quali queste informazioni possono essere date senza diventare tutt’altro, ovvero promozione e pubblicità del gioco a un pubblico indistinto». Lo ha chiarito il commissario dell'Agcom, Antonio Nicita, in un'intervista a Vita.it sulle linee guida dell'Autorità in materia di pubblicità dei giochi. «Una possibile soluzione è che nei luoghi fisici “generalisti” non possa essere fatta pubblicità, mentre possa essere fatta informazione (inlcuse d esempio le quote) nei luoghi specializzati. Il caso si complica laddove in luoghi “generalisti” siano previsti spazi specializzati. Anche qui il tema, a normativa vigente, è evitare che il divieto alla pubblicità si traduca in divieto al gioco», ha spiegato. «Lo stesso deve valere, a mio avviso, per i canali televisivi, dove la comunicazione però deve avere certe caratteristiche altrimenti ricadrebbe nel divieto», ha concluso. «Oggi la situazione è molto complessa e variegata, ma sono convinto che proprio la tipizzazione consentirà chiarezza e selezione, man mano che l’Autorità interverrà».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password