Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/11/2018 alle ore 20:45

Attualità e Politica

18/07/2018 | 08:50

Relazione DIA secondo semestre 2017: "Sale giochi 'lavatrici' della Camorra"

facebook twitter google pinterest
Relazione DIA secondo semestre 2017 Camorra gioco

ROMA - In Campania, «risultano fortemente strutturati altri sodalizi che, nel tempo, hanno creato dei veri e propri apparati imprenditoriali, in grado di influenzare ampi settori dell’economia, locale e nazionale», come quello dei giochi. E' quanto si legge nella relazione della DIA relativa al secondo semestre 2017. «Ad Afragola è egemone la famiglia Moccia, che esercita il controllo del territorio attraverso una capillare attività estorsiva, il contrabbando di sigarette, la gestione del gioco clandestino ed investimenti in diversificate attività economiche», si legge nella realzione. «A Nocera Inferiore, si registra la presenza di alcuni gruppi che sembrano prediligere una strategia più defilata, dedicandosi alla gestione di attività commerciali (bar e sale da gioco) in cui reinvestire i profitti illeciti», prosegue la relazione.
«A Pagani (SA) si conferma la presenza del clan Fezza-Petrosino-D’Auria, interessato ad iniziative imprenditoriali e di un gruppo facente capo alla famiglia Contaldo, dedito alla gestione di piattaforme di scommesse clandestine e al gioco d’azzardo illegale online», conclude la DIA.
MSC/Agipro 

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password