Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/10/2020 alle ore 19:02

Attualità e Politica

07/10/2020 | 12:10

Rendiconto 2019 e Assestamento 2020, Senato: al via la discussione in Aula, entrate in calo anche per riduzione dei proventi dei giochi

facebook twitter google pinterest
Rendiconto 2019 Assestamento 2020 Senato discussione Aula entrate giochi

ROMA - E' stata avviata questa mattina, in l'Aula al Senato, la discussione congiunta dei disegni di legge sul Rendiconto dell'Amministrazione dello Stato per il 2019 e l'Assestamento del bilancio dello Stato per il 2020: entrambi i provvedimenti sono stati già approvati dalla Camera. Nel dossier del Servizio Bilancio del Senato che accompagna il Rendiconto 2019 si legge che «si registra nel 2019 un aumento degli accertamenti delle entrate tributarie ricorrenti» a cui «si sommano le maggiori entrate per circa 800 milioni relativi alle imposte sui giochi (+12,8%) e Lotterie»
Per quanto riguarda l'Assestamento 2020, invece, il Servizio Bilancio evidenzia un «peggioramento del dato assestato del saldo netto» a cui «concorrono la diminuzione delle entrate di 43 miliardi di euro complessivi», dovuta anche «alla riduzione dei proventi dei giochi». 

In particolare, spiegano i tecnici del Servizio Bilancio, «per le entrate extra-tributarie si registra una diminuzione di oltre 11 miliardi, principalmente per effetto della riduzione dei proventi derivanti dall’attività di contrasto agli illeciti di natura sia tributaria che non tributaria, nonché di quelli derivanti dai giochi». Nell'ambito delle entrate tributarie, invece, «nel settore dei giochi, le entrate del gioco del lotto vengono ridotte di 1,4 miliardi, le imposte gravanti sui giochi di 1,3 miliardi e quelle sulle lotterie e altri giochi di 39 milioni», si legge ancora nel dossier. «Le entrate extra-tributarie registrano una diminuzione in competenza di 11,8 miliardi», anche per effetto della riduzione dei proventi derivanti «dai giochi, e in particolare, di quelle relativi a lotterie istantanee, per -2,9 miliardi e al gioco del Bingo per -603 milioni». 
Le proposte di riduzione della spesa corrente primaria sono connesse principalmente ad alcune categorie economiche di spesa, tra cui «una riduzione dei consumi intermedi di -521 milioni, su cui incide la riduzione degli stanziamenti relativi agli aggi e ai compensi trattenuti dai concessionari e rivenditori dei giochi per complessivi 700 milioni, in relazione all’andamento delle correlate entrate», si legge ancora.

«Proposte di aumento interessano - spiegano i tecnici del Senato - altre categorie di spesa, come le poste correttive e compensative, che aumentano di 284 milioni, per effetto dell’adeguamento degli stanziamenti per restituzioni e rimborsi di imposta per complessivi 3,5 miliardi e della riduzione degli stanziamenti relativi alle vincite su giochi, scommesse e lotterie per complessivi 3,2 miliardi, in relazione alla riduzione del volume dei giochi e all’andamento delle correlate entrate».
Infine, si riducono di oltre 2 miliard gli stanziamenti della missione “Politiche economicofinanziarie e di bilancio”: «la riduzione degli stanziamenti relativi agli aggi e alle vincite per giochi, scommesse e lotterie per 3,9 miliardi e quelli relativi agli interessi su conti di Tesoreria per 1,5 miliardi è parzialmente compensata dall’adeguamento degli stanziamenti per restituzioni e rimborsi di imposta per 3 miliardi».

MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password