Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/06/2021 alle ore 19:02

Attualità e Politica

09/06/2021 | 09:25

Riaperture, Sts: "L'obiettivo è riappropriarsi degli spazi lasciati al gioco illegale"

facebook twitter pinterest
Riaperture STS: L'obiettivo è riappropriarsi degli spazi lasciati al gioco illegale

ROMA - "Dopo il Friuli Venezia Giulia, la Sardegna e il Molise, raggiungono la zona bianca altre quattro regioni: Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo. Da ieri, 7 giugno, sono riaperte anche qui le sale da gioco e le sale scommesse rimaste ferme dall’inizio di novembre 2020 così come si sono riaccesi gli schermi degli apparecchi leciti installati negli esercizi commerciali tra cui le tabaccherie". È quanto si legge in una nota del Sindacato Totoricevitori Sportivi (Sts) che puntualizza come "il grosso scoglio emerso nel corso di quasi un anno di stop complessivo di questi giochi pubblici è rappresentato proprio dall’offerta clandestina che si è impadronita degli spazi lasciati vuoti dai punti di offerta legale obbligati a chiudere per evitare il diffondersi dei contagi".

"Ora, per scommesse e AWP si tratta di riappropriarsi di questi spazi in tutto il territorio nazionale - riporta ancora Sts -. Un obiettivo che fa un passo avanti ogniqualvolta una Regione conquista il tanto agognato vessillo bianco. In attesa dell’ingresso in zona bianca delle restanti Regioni (sono già preordinate date di riapertura il 14 e il 21 giugno) sono adesso chiamati a dare una spinta alla ripresa i colleghi liguri, veneti, umbri e abruzzesi che possono quindi accogliere nuovamente scommettitori e giocatori di AWP fino a oggi rimasti senza alternativa legale".

RED/Agipro 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password