Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/12/2018 alle ore 16:00

Attualità e Politica

15/05/2018 | 16:15

Riduzione slot, oltre 100mila apparecchi già eliminati: tempi rispettati, entro metà giugno saranno 265mila

facebook twitter google pinterest
Riduzione slot

ROMA – Oltre 100mila slot eliminate negli ultimi sei mesi da bar, tabaccherie e sale specializzate. Il tetto delle 265mila macchinette - rispetto alla “fotografia” scattata il 31 dicembre 2016, quando gli apparecchi erano circa 407mila - è sempre più vicino e verrà raggiunto entro i tempi previsti, quindi entro la prima metà di giugno: è quanto confermano ad Agipronews fonti istituzionali, in merito alla seconda fase di riduzione del parco macchine. Il taglio della rete di raccolta è stato stabilito dalla “Manovrina” varata nel giugno 2017 e da un successivo decreto del Mef. Attualmente - secondo quanto riportano fonti dell’industria - sarebbero operative circa 303mila slot. Nei dieci giorni lavorativi seguenti al 30 aprile era previsto che i Monopoli verificassero l’effettiva riduzione dei nulla osta attivi dei singoli concessionari, altri venti giorni lavorativi sono previsti per la revoca delle autorizzazioni in eccesso (su base regionale e individuando i meno “redditizi”). Nei prossimi giorni i Monopoli comunicheranno quindi agli operatori il numero di nulla osta revocati. Toccherà infine ai concessionari - con il termine fissato in ulteriori cinque giorni lavorativi - bloccare gli apparecchi in eccesso. Le scadenze dovrebbero essere rispettate, visto che all’appello mancano circa 38mila macchine da tagliare e considerato che le sanzioni sono abbastanza salate: 10mila euro “una tantum” per ogni apparecchio e immediato distacco del collegamento alla rete telematica.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

tar bolzano giochi vlt

Giochi, Tar Bolzano sospende chiusura di tre sale vlt

12/12/2018 | 15:05 ROMA - Sono state momentaneamente sospese dal Tar Bolzano le chiusure di tre sale vlt del capoluogo altoatesino, per le quali il Comune aveva disposto lo stop all'attività. Nei decreti urgenti firmati dalla presidente Edith...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password