Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/06/2024 alle ore 08:30

Attualità e Politica

19/12/2023 | 17:30

Riordino giochi online, EGBA: “Con concessione a 7 milioni si rischia una riduzione degli operatori legali a favore del mercato nero”

facebook twitter pinterest
Riordino giochi online EGBA: “Con concessione a 7 milioni si rischia una riduzione degli operatori legali a favore del mercato nero”

ROMA - “L'aumento proposto dei costi di licenza non ha eguali e non è mai stato visto prima, renderebbe l'Italia il paese più costoso in Europa per ottenere un servizio online licenza di gioco d'azzardo”. Sono le dichiarazioni di Maarten Haijer, Segretario Generale dell'European Gaming and Betting Association (EGBA), a proposito del decreto italiano sul gioco online, attualmente in discussione in Consiglio dei Ministri. Il decreto prevede un canone di licenza di 7 milioni di euro, una cifra ritenuta “ingiustificata” dall’EGBA. Il canone proposto è superiore di 35 volte a quello di 200.000 euro del 2018 e rappresenta quasi il triplo della precedente proposta delle autorità italiane di 2,5 milioni di euro, mai attuata.

Secondo l’EGBA l’aumento del canone, che supererà di gran lunga gli altri Stati membri dell’UE, avrà “gravi conseguenze”, poiché potrebbe scoraggiare i nuovi operatori e costringere i licenziatari esistenti, in particolare i più piccoli, a uscire dal mercato. L’Associazione prevede un drastico taglio del numero di operatori autorizzati, dagli attuali 91 a "soli" 15-20. La conseguenza di ciò - prosegue Haijer - sarebbe l’accentuarsi del problema del mercato nero, con “gravi implicazioni per la tutela dei giocatori italiani".

L’EGBA ha suggerito dunque di propendere per il canone a 2,5 milioni di euro, che potrebbe produrre entrate fiscali simili o superiori senza danneggiare in modo significativo la competitività del mercato.

GL/Agipro

Foto Credits Tiberio Barchielli CC BY-NC-SA 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password