Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/05/2021 alle ore 19:12

Attualità e Politica

18/12/2020 | 18:29

Sale bingo e Gaming Halls, Fipe: al via il tavolo permanente di confronto delle parti sociali

facebook twitter pinterest
Sale bingo e Gaming Halls Fipe: al via il tavolo permanente di confronto delle parti sociali

ROMA - Un Tavolo Permanente delle Parti Sociali finalizzato ad una strategia comune per il futuro della Gaming Halls - Bingo, che condividerà e indirizzerà ai referenti istituzionali documenti comuni per il mantenimento di un sostenibile quadro economico di gestione delle sale (con affidamenti concessori coerenti con l’uscita dall’emergenza e condizioni di politica industriale equilibrata per il mantenimento dell’occupazione e della continuità operativa dei siti produttivi) e per l’adeguata valutazione del ruolo della Gaming Halls – Bingo nel riordino distributivo dei giochi pubblici. E' quanto istituito dai rappresentanti della Federazione e di EGP, organizzazione di categoria aderente FIPE, che si sono incontrati ieri assieme a Federbingo e Operbingo Italia Spa con FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, UILTuCS.

Le aziende ed i sindacati nazionali, specifica la nota della Fipe, hanno condiviso come il modello Gaming Halls – Bingo, tradizionalmente caratterizzato da elevata qualità nell’offerta dei giochi pubblici per l’organizzazione strutturata degli spazi e del lavoro, abbia affrontato la crisi COVID 2020 con già alle spalle numerose problematiche irrisolte, quali il costante aumento dei canoni concessori e del prelievo erariale sugli apparecchi da gioco nonché le crescenti limitazioni regionali e comunali alla continuità delle sale nelle sedi storiche.
Nel 2020, pur dotandosi del severo Protocollo “Misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 nelle Gaming Hall - Bingo”, le sale hanno dovuto restare chiuse per quasi metà dell’anno, con la reiterata sospensione dal lavoro del personale e perdite rispetto al 2019 superiori al 70%.
Obiettivi del Tavolo sono la riapertura delle attività sulla base delle rigide misure di prevenzione già esistenti, l’adeguamento temporale degli ammortizzatori sociali straordinari per le migliaia di lavoratori coinvolti almeno fino al marzo 2021 e l’ulteriore sostegno alle aziende con aggiornamento dei “ristori” per i mesi di ulteriore chiusura, con nuovi contributi a fondo perduto, crediti di imposta per le locazioni e nuova sospensione dei versamenti tributari e contributivi.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password