Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/02/2018 alle ore 20:49

Attualità e Politica

26/01/2018 | 13:55

Scommesse, Grecia: il Governo chiede 187 milioni di euro in tasse a GVC

facebook twitter google pinterest
Scommesse Grecia gvc

ROMA - Il Governo greco ha presentato un conto salato a GVC, chiedendo di pagare tasse arretrate da 187 milioni, relative all’attività di raccolta scommesse effettuata tra il 2010 e il 2011. All’epoca sul mercato greco era presente con una licenza provvisoria il marchio Sportingbet, che GVC ha acquisito nel 2013. GVC ha già aggiunto di essere pronta a fare ricorso contro una richiesta “avanzata anche nei confronti di altri operatori di gioco online” e che viene ritenuta ingiusta visto che “è di gran lunga maggiore rispetto ai ricavi ottenuti nel periodo”. Il consiglio di amministrazione di GVC ha deciso di accantonare 200 milioni in via cautelare, pur ritenendo la richiesta “estremamente esagerata” e confidando in un “appello favorevole”. Il contenzioso fiscale con la Grecia - secondo quanto riporta il Financial Times - non dovrebbe comunque ostacolare il progetto di acquisizione di Ladbrokes Coral da parte di GVC Holdings: un’operazione annunciata lo scorso 7 dicembre, del valore di 4,5 miliardi di euro, che dovrebbe concludersi entro il secondo trimestre di quest’anno.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

Scarica l'app dallo store

Scarica
chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password