Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/04/2020 alle ore 18:00

Attualità e Politica

21/01/2020 | 12:55

Scommesse illegali in Sicilia e Calabria, FIGC: deferiti sei tesserati e sei società dilettantistiche

facebook twitter google pinterest
Scommesse illegali deferiti tesserati società dilettantistiche

ROMA - Il Procuratore Federale della FIGC ha deferito al Tribunale Federale Nazionale sei tesserati per una serie di violazioni del Codice di Giustizia Sportiva relative ad attività di raccolta illegale di scommesse su gare di calcio. I fatti risalgono al 2016: secondo quanto rende noto la FIGC, Cutrufo (all’epoca amministratore unico del Siracusa Calcio) avrebbe «effettuato una scommessa live presso un soggetto non autorizzato su di una gara di calcio», mentre il fratello Graziano, «nonostante la sua posizione di dirigente» dell’ASD Sport Club Palazzolo, «una società affiliata alla FIGC», avrebbe «effettuato molteplici scommesse su gare di calcio» attraverso una persona che «svolgeva attività illegale di raccolta di scommesse delle quali riscuoteva la puntata ed assicurava in proprio il pagamento». Coinvolti anche Antonino Cormaci (all’epoca dei fatti calciatore dell’ASD Gallico Catona), Fabio Fiocco (ex calciatore dell’AS Casmo) e Marco Levato (ex calciatore dell’SSD Avis Pleiade Policoro), oltre a Francesco Franco (all’epoca dei fatti dirigente dell’ASD Real). Il Procuratore ha deferito per le condotte contestate ai rispettivi dirigenti e calciatori anche le sei società dilettantistiche (Siracusa Calcio, ASD Sport Club Palazzolo, ASD Gallico Catona 2018, AS Casmo, ASD Real e SSD Avis Pleiade Policoro).
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password