Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 11/12/2018 alle ore 20:33

Attualità e Politica

14/11/2018 | 11:29

Scommesse online illegali, Volpe (procura di Bari): "Vincite più alte garantite dall'evasione, con la tecnologia aggirate norme sui giochi"

facebook twitter google pinterest
Scommesse online Volpe procura Bari criminalità

ROMA - «Vito Martiradonna, esponente di uno dei clan più dominanti di Bari, ha sviluppato insieme ai figli e alla famiglia un sistema che, sfruttando quello legale e nascondendosi dietro il paravento di punti scommesse autorizzati, aveva avviato un'attività di scommesse illegali, gestite di fatto da bookmaker con sede a Malta e in paradisi fiscali, che permettevano vincite più alte, vista l'evasione dei tributi. Questa indagine segna il passaggio da una criminalità mafiosa tradizionale a nuova organizzazione del crimine, utile per il riciclaggio di denaro». Lo ha detto Giuseppe Volpe, procuratore della Repubblica di Bari, nel corso della conferenza stampa sulla maxi-inchiesta DDA sulle scommesse online. «Abbiamo appurato legami forti tra i clan baresi, catanesi e calabresi. C'è un evoluzione della criminalità organizzata: non è più una semplice attività di riciclaggio, ma è entrata in settori di avanguardia del mercato», ha spiegato. «Un aspetto importante è quello tecnologico. È stata articolata una serie di piattaforme informatiche che permetteva di aggirare le norme su giochi e scommesse, grazie al particolare ingegno dei figli di Martiradonna, soprattutto Francesco», ha sottolineato. «Sono stati accertati utili illecitamente consentiti per 650 milioni dal 2012 al 2016. I sequestri arrivano a 200 milioni di euro. Il volume dell'attività è abnorme, 167 i soggetti monitorati».
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password