Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/05/2018 alle ore 09:47

Attualità e Politica

04/12/2017 | 11:45

Scommesse sportive, Usa: oggi in Corte Suprema l’udienza per la legalizzazione

facebook twitter google pinterest
Scommesse sportive Usa Corte Suprema

ROMA - Il mondo del gambling negli Stati Uniti potrebbe essere rivoluzionato a breve: è in programma oggi alla Corte Suprema degli Stati Uniti l’udienza in cui si deciderà se è incostituzionale il divieto sulle scommesse sportive contenuto nel Professional and Amateur Sports Protection Act.

Il "veto" risale al 1992: il Professional and Amateur Sports Protection Act (Paspa) non consente ai singoli stati l’apertura delle scommesse, a eccezione di Nevada, Oregon, Montana e Delaware. Solo il Nevada, però, ha effettivamente dato il via alle giocate.

Contro il “ban” federale ha presentato un ricorso il New Jersey, supportato da diversi altri Stati. La richiesta di intervento della Corte è stata avanzata dal governatore del New Jersey, Chris Christie, e punta a ottenere la regolamentazione delle giocate sullo sport, dopo che sono già state autorizzate le giocate online per poker e casinò. Il primo disegno di legge è stato presentato nel 2011, ma le leghe sportive professionistiche hanno da subito iniziato la battaglia legale per vietare la partenza delle giocate. Ad agosto dello scorso anno la regolamentazione è stata bocciata dalla Corte Federale, il giudizio della Corte suprema potrebbe però ribaltare la situazione.

La strategia dei legali del New Jersey adesso sarà differente: invece di chiedere direttamente la possibilità di regolamentare, adesso si punta all’abrogazione delle norme che impediscono l’accettazione delle giocate.

Secondo una recente analisi dalla società H2 Gambling Capital, il volume d’affari delle scommesse sportive illegali negli Stati Uniti d’America è di oltre 196 miliardi di dollari l’anno, circa 165 miliardi di euro, pari al 97% di tutte le giocate effettuate dai cittadini Usa. Ai 196 miliardi di giro d’affari corrispondono 10,4 miliardi al netto delle vincite pagate, circa 8,8 miliardi di euro, una stima che supera anche quella di recente calcolata dalla American Gaming Association.
PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

tribunale milano bpm

Tribunale di Milano, Caso Bpm: assolti Ponzellini e Lamonica

23/05/2018 | 19:30 ROMA - Nessuna associazione a delinquere alla Banca Popolare di Milano. Massimo Ponzellini e Alessandro Lamonica assolti perché il fatto non sussiste: è la decisione del Tribunale di Milano, come si legge nella sentenza...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password