Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/10/2018 alle ore 10:32

Attualità e Politica

12/10/2018 | 17:40

Scommesse sportive, Usa: le leghe sportive chiedono una “integrity fee” dello 0,25% sulle giocate

facebook twitter google pinterest
Scommesse sportive Usa

ROMA - Destinare lo 0,25% delle giocate sullo sport a una “integrity fee” per tutelare i match dalle possibili frodi: è il modello che le principali leghe sportive Usa ritengono necessario per rendere sostenibile l’avvio del betting a stelle e strisce. La proposta è stata rilanciata nel corso del Global Gaming Expo da Kenny Gersh, Executive Vice President della Major League di Baseball. «E’ una misura che punta a garantire equità, se qualcuno guadagna dai nostri sport e dai nostri eventi - ha detto Gersh - dobbiamo essere una delle parti in causa: non ci sarebbero scommesse sui New York Yankees o sui Boston Red Sox, se le squadre non giocassero». Una posizione che è stata contestata da Sara Slane, vice presidente della American Gaming Association: «Di sicuro servirà una norma, ma al momento noi investiamo milioni di dollari - ha detto - quello che vogliono le leghe è una parte dei nostri profitti, ma senza prendersi nessuno dei rischi associati alla nostra attività».

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password