Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/02/2024 alle ore 11:10

Attualità e Politica

23/11/2023 | 14:28

Scommesse: fumata grigia per il decreto sull'errore quota, tempi brevi per provvedimento sul bonus

facebook twitter pinterest
Scommesse: fumata grigia per il decreto sull'errore quota tempi brevi per provvedimento sul bonus

ROMA - L'Agenzia delle Dogane, al termine di un lungo confronto con i concessionari, ha deciso di non emanare - per ora - il decreto sull'errore quota. Il testo approntato sin qui, secondo quanto si apprende, ha bisogno di ulteriori aggiustamenti. In particolare, riferiscono fonti dell'industria, la previsione di sanare gli errori quote solo su esiti "pre-match" e non "live" limiterebbe eccessivamente la portata dell'intervento. Molti scommettitori "speculativi" - proprio il target che si vuole escludere dal mercato - approfittano degli sbagli dei bookmaker durante gli eventi e in pochi minuti incassano il denaro ottenuto con quote non corrette. L'obiettivo strategico, inoltre, è ridurre il contenzioso concessionari-scommettitori davanti ai tribunali. Occorrera' regolare, prima dell'emanazione del testo, i casi più frequenti di frode: gli eventuali ritardi nell'aggiornamento dei feed di quote inviate dai provider o gli eventi scommessi prima di una decisione del Var (quindi con quotazioni troppo differenti) sono falle in cui gli speculatori si infilano, utilizzando pernle frodi persino sistemi alimentati dall'intelligenza artificiale. Per trovare una soluzione a tutte le questioni ancora irrisolte, il direttore Adm  scommesse e online - Antonio Giuliani - ha convocato un nuovo tavolo tecnico nel giro di un paio di settimane. 

BONUS - Strada in discesa invece per il provvedimento sul bonus, in cui verranno stabilite le tipologie di bonus che i concessionari possono offrire per le scommesse a quota fissa su eventi diversi dalle corse dei cavalli e su eventi non sportivi. All'interno della determina, che potrebbe uscire nel giro di poche settimane dopo qualche modifica, saranno contenute tutte le informazioni necessarie all'applicazione pratica dei bonus, come le modalità di comunicazione di questi al totalizzatore nazionale, le forme di pagamento ammesse e la definizione dei bonus in termini di raccolta ai fini dell’applicazione dell’imposta unica. Come appreso da Agipronews, saranno esplicitate le tipologie di bonus ammessi e le caratteristiche necessarie. Dall’entrata in vigore, sarà proibito l’utilizzo del “cash out” per le somme che fanno parte del bonus accreditato sul conto gioco. Il bonus utilizzato dal giocatore per l’effettuazione delle giocate non potrà superare i 100 euro. Per ciascuna concessione, l’importo massimo dei bonus erogabili in un mese solare per le scommesse a quota fissa non dovrà essere superiore al cinquanta per cento della differenza tra il movimento netto e gli importi restituiti in vincita corrisposti per la stessa concessione. Per quanto riguarda il calcolo ai fini dell'imposta unica, sia il bonus utilizzato che l'eventuale importo pagato al giocatore saranno inseriti nel calcolo delle somme giocate e delle vincite corrisposte.

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password