Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/12/2018 alle ore 20:48

Attualità e Politica

19/04/2018 | 17:28

Slot in Liguria, Melis (M5S): "Proroga rischia di aggravare ludopatia"

facebook twitter google pinterest
Slot Liguria Melis M5S ludopatia

ROMA - «Non bastavano i 12 mesi di proroga appena trascorsi. A pochi giorni dalla scadenza della moratoria, Toti ha già pronta una nuova proroga, oggi in discussione in Commissione Sanità, cui seguirà a stretto giro il Testo unico sull'azzardo. Un doppio provvedimento» che rischia di aggravare il problema della dipendenza «sul piano sanitario, sociale e economico, con particolare timore per i minori, come ha giustamente sottolineato il Garante dell'Infanzia». Lo ha detto il consigliere regionale Andrea Melis (M5S), secondo cui «sarebbe bastato applicare la legge regionale sul distanziometro per abbattere circa l'80-90% di slot oggi in circolazione in Liguria, ben al di sopra della soglia di riduzione del 30% richiesta a livello nazionale. Invece Toti e l'ormai ex assessore allo Sviluppo economico Rixi hanno preferito prima rinviare il problema e oggi aggirarlo con quella che è a tutti gli effetti una maxi-sanatoria», continua. «Nel testo della legge non si parla in alcun modo del rinnovo delle autorizzazioni ma esclusivamente di nuove aperture e nuovi apparecchi, sdoganando di fatto - a tempo indeterminato - le sale già aperte: se da un lato viene aumentata la distanza minima delle slot dai luoghi sensibili da 300 a 500 metri, la norma si applicherà solo alle nuove slot e non a quelle esistenti, che di fatto potranno rimanere lì dove sono a tempo indeterminato», conclude.
RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password