Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/06/2019 alle ore 20:39

Attualità e Politica

23/05/2019 | 08:34

Slot illegali, GDF: sequestrati beni per 25 milioni a imprenditore nel Ragusano

facebook twitter google pinterest
Slot illegali GDF: imprenditore Ragusano

ROMA - Beni per 25 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di finanza di Catania a Rosario D'Agosto, vittoriese di 72 anni, personaggio ritenuto contiguo a Cosa nostra catanese dopo un'iniziale affiliazione alla Stidda. Il patrimonio illecito, secondo i finanzieri, deriva dalla posizione di monopolio acquisita nel territorio vittoriese, fin dagli anni Novanta, nella gestione della commercializzazione e installazione degli apparecchi da gioco truccati. L'illecita attività condotta per decenni è testimoniata anche dall'esito di diversi controlli amministrativi che hanno portato al sequestro di numerosissime macchinette illegali con conseguente revoca delle licenze per la gestione degli apparecchi da gioco. Tuttavia, l'imprenditore vittoriese ha continuato a permanere nel settore attraverso la creazione di società le cui quote, anche per evitare l'applicazione delle misure di prevenzione antimafia, venivano affidate al figlio e alla figlia della convivente. Le indagini patrimoniali dei militari del Nucleo di Polizia Economico- Finanziaria di Catania hanno abbracciato l'arco temporale che va dal 1991 al 2015. I complessi accertamenti di polizia economico-finanziaria, supportati anche da convergenti dichiarazioni di collaboratori di giustizia, hanno evidenziato una significativa sproporzione tra i redditi dichiarati dal nucleo familiare di D'Agosta e le acquisizioni immobiliari realizzate nel medesimo periodo. Inoltre, in 12 annualità, su 25 monitorate, la famiglia D'Agosta non ha dichiarato alcun reddito al fisco. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password