Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/10/2022 alle ore 15:20

Attualità e Politica

03/12/2021 | 10:15

Totocalcio, Minenna (Adm): "Nuova schedina più vicina ai giovani"

facebook twitter pinterest
Totocalcio Minenna Adm schedina

ROMA - Il Totocalcio si rifa il look, guardando in due direzioni: il passato per riallacciare il filo dei ricordi e il futuro per «essere in linea con i tempi e attrarre le nuove generazioni». Lo ha detto il direttore generale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monpoli, Marcello Minenna, in un'intervista al Corriere dello Sport. «Il vecchio Totocalcio con le 13 partite già definite si sposava male con tempi che sono profondamente cambiati: Internet, i social, la conoscenza globale del calcio da parte degli utenti. Abbiamo pensato a modalità più vicine al mondo dei giovani: si possono giocare 3, 5, 7, 9, 11 o le tradizionali 13 gare. Per vincere bisogna prenderle tutte. Ma si può giocare solo 1, X o 2, come da tradizione», ha spiegato.  Le partite saranno scelte una parte dall'Agenzia, che sceglie eventi con un'analisi probabilistica fatta dai nostri cervelloni. Dall'altra l'utente. Mi spiego: se si sceglie la modalità con tre partite, 2 le definiamo noi e 1 il giocatore. Nella formula "13", 8 noi e 5 chi scommette. Oggi, giustamente, la gente vuole essere padrona delle proprie scelte. Si può giocare online oppure in ricevitoria. Tutti i giorni, non soltanto nel weekend», ha sottolineato. 
Minenna ha poi ricordato l'impegno dell'Agenzia nel contrasto all'illegale e contro la dipendenza: su questo tema «ci sarebbe bisogno di interventi normativi specifici, dalla privacy ai controlli tributati. Noi siamo pronti per una migliore gestione del rapporto tra giocatore e gioco, anche con soluzioni tecnologiche che possano interromperlo in determinati momenti», ha continuato. Adm inoltre coordina «l'azione delle forze di polizia per effettuare delle operazioni sul territorio», per «evitare che si possa operare in circuiti che alimentano riciclaggio, illeciti ed economia sommersa». Recentemente è stata lanciata l'app GiocoLegale, «uno strumento per consentire a chi scommette di non finire nel circuito dell'illegalità. Tramite l'app si può verificare, prima di entrare in una sala o in un centro scommesse, se si tratta di un luogo registrato e verificato. Si potrebbero anche fare segnalazioni con delle foto, ma prima serve una norma che abbiamo chiesto». 
Come «ente di attuazione, regolazione e vicinanza», l'Agenzia è pronta ad applicare eventuali «ulteriori provvedimenti normativi» sul settore giochi, mentre «stiamo lavorando sul progetto di estrazione istantanea» della lotteria degli scontrini, ricorda Minenna. «Come tutte le lotterie, è un progetto che ha una governance finanziaria chiara e definita , che porta a un vantaggio per lo Stato. Ma ci siamo accorti che va messo al passo coi tempi, sull'esempio del Totocalcio». 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password