Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/09/2020 alle ore 19:00

Attualità e Politica

05/05/2020 | 16:35

Totocalcio: il Gruppo Sisal festeggia 74 anni di storia

facebook twitter google pinterest
Totocalcio: il Gruppo Sisal festeggia 74 anni di storia della schedina

ROMA - Oggi si festeggia l’anniversario della prima Schedina Sisal e 74 anni di storia d’impresa. Il genio di tre giornalisti sportivi, la volontà di rilanciare un Paese abbattuto dalla guerra e alimentare la passione degli italiani per il gioco del calcio: gli ingredienti di un sogno, trasformato in realtà con la Schedina, per ridare vita allo sport italiano, ricorda Sisal in una nota. Massimo Della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo, che fondarono S.I.S.A.L. (Sport Italia Società a responsabilità Limitata), progettavano infatti di stimolare lo sport e contribuire a ricostruire gli impianti sportivi danneggiati dalla guerra, dedicandosi a ridare una nuova speranza, mentre l’Italia cercava di emergere dalle macerie della guerra e di ricostruirsi un futuro. Sono passati molti anni da allora, ed il legame che unisce Sisal all’Italia e agli italiani è divenuto sempre più intenso e profondo. Una storia di luoghi, oggetti e simboli che appartengono a tutti: la ricevitoria, la schedina, il Totip e il SuperEnalotto. Momenti ed emozioni che si rincorrono nel tempo, che si mescolano in un unico filo, lungo più di 70 anni. 
Sisal - prosegue la nota - intende essere partecipe e dimostrare la propria vicinanza a tutti gli italiani, contribuendo a prepararsi per un nuovo rilancio del Paese, coerentemente con i valori che hanno ispirato i fondatori.  «Vogliamo continuare a generare valore condiviso per lo Stato e la comunità; rafforziamo costantemente la nostra offerta di gioco sostenibile, con particolare attenzione alla responsabilità sociale, per la tutela dei nostri consumatori;  sosteniamo la rete distributiva con l’obiettivo di garantire la sicurezza e la salute per esercenti e clienti; presidiamo le nostre piattaforme di gioco online e sul territorio, per evitare comportamenti illeciti e far rispettare le normative vigenti», conclude la nota.  

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password