Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/05/2021 alle ore 20:50

Attualità e Politica

27/03/2021 | 18:40

Videoforum “Riforma dell’ordinamento sportivo”, Durante (CEO Sisal): “Spesa dimezzata e 500 milioni di perdita erariale in ogni mese di lockdown: riaprire al più presto la rete, anche in zona gialla” (2)

facebook twitter pinterest
Videoforum “Riforma dell’ordinamento sportivo” Durante (CEO Sisal): “Spesa dimezzata e 500 milioni di perdita erariale in ogni mese di lockdown: riaprire al più presto la rete anche in zona gialla” (2)

Secondo Durante, si esce dalla crisi in tre mosse: “Per salvaguardare il gioco legale riteniamo che sia necessario lavorare su tre aree. La prima, che è anche la più urgente, riguarda l’apertura in sicurezza dei negozi di gioco anche in zona gialla. Abbiamo presentato, con associazioni di categoria e sindacati dei lavoratori, dei protocolli di sicurezza molto stringenti che garantiscono la tutela dei lavoratori e dei consumatori all’interno dei punti vendita. Il secondo punto è il sostegno alla filiera, che vuol dire esercenti e piccole imprese del settore, che in alcuni casi sono stati esclusi dai ristori e hanno difficoltà di accesso al sistema creditizio, al punto che in alcuni casi si sono visti chiudere il conto corrente bancario. Una sorta di espulsione dal tessuto produttivo del paese. Il terzo aspetto, il più strategico, è quello di riprendere il progetto di riordino normativo del settore. Negli ultimi anni c’è stata una proliferazione di legge regionali e ordinanze comunali. Questi interventi normativi sono stati spesso diversi tra loro e in contrasto con la normativa nazionale o addirittura con intenti espulsivi. L’insieme di questi provvedimenti ha reso molto complessa la gestione delle concessioni, oltre a non consentire alcuna pianificazione degli investimenti necessari per lo sviluppo e la gestione del business”, ha chiarito. Ci sono stati diversi tentativi di riordino, ha aggiunto Durante, che non si sono concretizzati, dalla delega fiscale 2015 all’accordo in Conferenza unificata del 2017: “Questo dà un’idea delle difficoltà. Ora, però, pandemia e scadenza delle concessioni nel 2022 rendono il tema non più rinviabile”. Infine, una considerazione su quello che è il modello italiano e sulle tutele ai giocatori: “Dobbiamo rafforzare il nostro impegno sulla tutela del consumatore. Il modello italiano è migliorato tantissimo negli ultimi anni grazie agli interventi del regolatore e agli investimenti delle aziende. Basti pensare che le aziende leader in Italia hanno ottenuto tutte le certificazioni di gioco responsabile a livello internazionale, con degli standard estremamente elevati. Ciò non basta, dobbiamo fare di più. Per questo abbiamo deciso di effettuare un cambio di approccio, passando da una logica di rispetto delle regole degli standard internazionali ad una di impegno sulla tutela del consumatore integrato nella gestione del business. Dobbiamo continuare a rafforzare i nostri investimenti nella tecnologia, in comunicazione e in formazione per contribuire a creare una cultura del gioco equilibrata e consapevole, prevenendo comportamenti problematici, e tutelare i soggetti più vulnerabili. Auspico che la tutela del consumatore possa diventare oggetto di collaborazione tra le istituzioni e le aziende. Sono convinto che i consumatori si tutelino lavorando insieme e rendendo il gioco sostenibile. Questa è la priorità di Sisal per i prossimi anni: su questa focalizzeremo i nostri investimenti finché non raggiungeremo l’obiettivo”, ha concluso Durante.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

MillionDay ritardatari

MillionDay: il 33 ancora leader dei ritardatari a 42 turni

13/05/2021 | 19:01 ROMA - Il 33 resta alla guida dei ritardatari del MillionDay con 42 turni di assenza, dopo l'estrazione di giovedì 13 maggio. Resistono anche il 26, via da 36 estrazioni, e il 17 (28). Tra i cinque numeri più assenti...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password