Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/07/2024 alle ore 13:01

Attualità e Politica

13/10/2023 | 12:20

Zaniolo e Tonali indagati: da Toney a Toffolo, le stangate della Premier League sui calciatori che scommettono sul calcio

facebook twitter pinterest
Zaniolo e Tonali indagati: da Toney a Toffolo le stangate della Premier League sui calciatori che scommettono sul calcio

ROMA – Nicolò Zaniolo e Sandro Tonali hanno lasciato il ritiro dell'Italia nella serata di giovedì, dopo essere stati sentiti dalla Polizia nell'ambito dell'inchiesta sulle scommesse effettuate da calciatori su siti illegali. Dopo Nicolò Fagioli, autodenunciatosi alla Giustizia Sportiva, anche i due centrocampisti ora in Premier League sono stati iscritti al registro degli indagati. Non sarebbe, nemmeno in tempi recenti, la prima volta che il mondo delle scommesse illegali si incrocia con il calcio inglese.

LA SQUALIFICA DI TONEY – Il caso più eclatante è rappresentato da Ivan Toney. L'attaccante del Brentford ha infatti ricevuto 11 mesi di squalifica dopo aver violato addirittura per 262 volte le norme relative alle scommesse secondo i regolamenti della Football Association, in un periodo che va dal 25 gennaio 2017 al 23 gennaio 2021. Inizialmente la richiesta era di sospendere il calciatore per ben 15 mesi, data la scarsa collaborazione e il tentativo di occultare prove. Poi, un cambio di atteggiamento di Toney ha portato la FA a ridurre il tutto a meno di un anno.

TOFFOLO – Chi invece deve ancora cominciare a scontare la squalifica è Harry Toffolo. La pena per l'esterno del Nottingham Forest è sospesa fino alla stagione 2025/2026 ed è di cinque mesi. La sanzione è stata congelata e lo rimarrà ancora per questa annata e per la successiva. Inoltre, a Toffolo è stata comminata una multa da 25mila euro. Nel suo caso le violazioni, commesse tra il 2014 e il 2017, sono ben 375.

PAQUETA’ – In questo caso, va precisato, si tratta soltanto di sospetti. Lucas Paquetà, vecchia conoscenza del Milan, è finito nel mirino della FA per alcune ammonizioni sospette. La notizia, riportata dal Daily Mail ad agosto, riguarda tre partite in cui il brasiliano ha ricevuto un cartellino giallo, precisamente quando il suo West Ham affrontava Aston Villa, Bournemouth e Leeds. In occasione di quegli incontri, infatti, si sono registrati flussi sospetti in una località del Brasile vicino a Rio de Janeiro. La FA, allertata della situazione, ha informato il giocatore e il suo club. Sarebbe questo il motivo per cui Paquetà non si è poi trasferito al Manchester City.

GM/Agipro

Foto credits Fanny Schertzer CC BY-SA 3.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password