Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/12/2018 alle ore 21:17

Attualità e Politica

17/05/2018 | 13:31

Aosta, guai per l'ex presidente Rollandin: ipotesi di truffa per i finanziamenti al Casinò di Saint Vincent

facebook twitter google pinterest
aosta casinò saintvincent rollandin truffa

ROMA - La procura di Aosta ha chiuso l'inchiesta sui finanziamenti pubblici a favore del Casinò di S.Vincent. Sono indagati l'ex presidente della Regione Augusto Rollandin, l'assessore regionale Mauro Baccega, e l'ex assessore al bilancio Ego Perron, accusati di concorso in truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Condotte dalla guardia di finanza, le indagini sono coordinate dal pm Eugenia Menichetti e dal procuratore Paolo Fortuna.

Oltre a Rollandin, Baccega e Perron sono indagati anche gli amministratori della casa da gioco Luca Frigerio (dal 2008 al 2015) e Lorenzo Sommo (dal 2015 al 2017) e i membri del collegio sindacale della Casinò de la Vallée spa Laura Filetti, Fabrizio Brunello e Jean Paul Zanini, che devono rispondere di truffa e falso in bilancio. Le ipotesi di reato si riferiscono alla presunta falsificazione dei bilanci della casa da gioco per creare piani di sviluppo, in base ai quali ottenere finanziamenti pubblici. Secondo la procura, negli anni è stato incrementato il credito di imposte anticipate in assenza di una prospettiva attendibile per la società di tornare in utile negli esercizi successivi. L'ipotesi di truffa aggravata riguarda i 140 milioni di euro di finanziamenti erogati dalla Regione e le ricapitalizzazioni tra il 2012 e il 2015. In base alle indagini nel 2012 le reali perdite della società erano state di 26 mln a fronte dei 18 dichiarati, nel 2013 37 anziché 21, nel 2014 41 anziché 19 e nel 2015 42 anziché 18.

Il lavoro della Procura mette su sponde contrapposte il Casinò e la Regione. Il primo è “ente responsabile” nel procedimento penale per falso in bilancio e truffa aggravata relativo alla casa da gioco. La Regione Valle d'Aosta è invece parte offesa. Al Casinò la procura di Aosta contesta infatti la responsabilità amministrativa da reato.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password