Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/05/2019 alle ore 20:33

Attualità e Politica

14/03/2019 | 14:57

Enada Primavera, Bedendo (VLT Sisal): “Il nostro trend è molto positivo, cresciamo a velocità tripla rispetto al mercato di riferimento”

facebook twitter google pinterest
bedendo sisal enada rimini vlt

RIMINI - Un affresco in movimento. È, in estrema sintesi, la filosofia di Sisal nel progettare e sviluppare il concetto di intrattenimento nell'ambiente di gioco, con particolare attenzione alla miglior performance nella configurazione dei layout delle sale. «È la nostra mission, ma anche il nostro punto di forza proporre un'offerta che definirei bidirezionale - spiega Marco Bedendo, responsabile Business VLT Sisal Entertainment - che si concretizza sia in termini di prodotto che di servizi e che ci ha consentito di viaggiare ad un ritmo tre volte superiore rispetto alla velocità di crescita del mercato di riferimento». Bedendo illustra i confini numerici del business VLT che «nell'ultimo anno ha prodotto 2,3 miliardi di euro di raccolta facendo segnare un trend assolutamente positivo e in netta crescita, attorno ai 200 milioni». Una crescita evidentemente legata all'ampiezza del “campo di gara” e cioè dell'offerta e dell'attenzione «che definisco addirittura maniacale - sorride  Bedendo - nello sviluppo e la cura del concetto di sala che fondamentalmente poggia su due aspetti. Il primo - prosegue Bedendo - riguarda l'offerta commerciale dedicata, ma anche una sorta di “coaching” che riguarda la cura del cliente per ogni tipo di problematica da risolvere. Il secondo si focalizza sull'offerta di servizi, il marketing, gli eventi, la comunicazione e altro ancora».

Dunque, se la stella polare che indica la via è tra il «fare la differenza rispetto agli standard di mercato» e l'introduzione “muscolare” di nuovi prodotti, è chiaro come i 49 nuovi titoli per le VLT (che si aggiungono ai 120 già sugli schermi, ndr) altro non siano che la normale concezioni di sviluppo del prodotto. «Sì e non ci fermiamo qui, perché quell'affresco in movimento al quale abbiamo accennato, dovrà avere colori sempre più brillanti e curati nei dettagli per le nostre 600 sale di ospitalità di intrattenimento e gioco». Architrave del progetto è senza dubbio l'aspetto che guarda alle partnership internazionali: «Certo - prosegue Bedendo - perché rappresentano quel respiro internazionale che consente di allargare la vision dello sviluppo e del business, tenendo conto di gusti e tendenze, oltre che delle opportunità di potenziamento e miglioramento dei prodotti. È così che siamo riusciti a proporre alla nostra clientela una gamma di giochi unica e di spicco nel panorama del gioco italiano». Tra gli obiettivi del 2019, Bedendo inquadra anche il “sizing” delle sale: «Credo che sia naturale e dovuto pensare al concetto di spazio da migliorare costantemente, perché il fine ultimo è quello di rendere comodo l'ambiente nel quale si accoglie il cliente e in questo senso, l'allargamento del “campo di gioco”, per usare una metafora sportiva, è senza dubbio nei miei pensieri».

PF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password