Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 01/06/2020 alle ore 17:37

Attualità e Politica

15/01/2020 | 16:36

Giochi in Emilia-Romagna, Benini (M5S): “Studio Cgia troppo allarmistico, no a colpi di spugna sulla legge regionale”

facebook twitter google pinterest
benini emilia romagna slot cgia

ROMA - Lo studio presentato oggi a Bologna dalla Cgia di Mestre sugli effetti della legge regionale antiludopatia dell'Emilia-Romagna ha provocato la reazione di Simone Benini, candidato pentastellato alla presidenza della Regione, soprattutto contro l'ipotesi di una possibile proroga da concedere alle attività non in regola con il distanziometro. «Non vorremmo che la diffusione di dati fin troppo allarmistici sull'impatto economico del distanziometro - ha detto Benini riferendosi all'analisi della Cgia, che parla di 3700 lavoratori a rischio e mezzo miliardo annuo di mancato gettito fiscale - prepari in qualche modo il terreno a un possibile colpo di spugna da parte di Bonaccini magari prima del voto del 26 gennaio». Secondo il candidato del M5S «la legge regionale contro l'azzardopatia, che il Movimento 5 stelle ha fortemente voluto, non obbliga a chiudere nessuna attività ma fissa finalmente delle regole sulle distanze minime da rispettare per centri scommesse e sale slot dai luoghi sensibili».

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password