Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/09/2020 alle ore 20:38

Attualità e Politica

07/08/2020 | 17:00

Conferenza delle Regioni, Bonaccini: “Al lavoro col Governo per riportare il pubblico negli stadi”

facebook twitter google pinterest
bonaccini spadafora conferenza regioni

ROMA - «Dopo la proposta deliberata ieri dalla Conferenza delle Regioni, oggi abbiamo avuto un confronto positivo con il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora. Abbiamo affrontato diversi temi che riguardano la possibilità di una partecipazione contingentata del pubblico agli eventi sportivi rispettando le regole generali di prevenzione relative al distanziamento e all’utilizzo della mascherina. Ho riscontrato la forte volontà di una collaborazione istituzionale fra Regioni e Governo per affrontare compiutamente anche questo tema». Lo ha dichiarato, in una nota, il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Stefano Bonaccini, al termine di un confronto avuto in videoconferenza con il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora.

«Per fare passi avanti, abbiamo bisogno di una finestra di opportunità aperta già dall’imminente Dpcm che consenta di lavorare nei prossimi giorni per definire tutti insieme specifiche linee guida per tenere gli eventi sportivi alla presenze di un pubblico, sulla base peraltro di quanto già è stato stabilito in analogia per lo spettacolo dal vivo, considerando quale base di partenza singoli eventi sportivi anche di carattere internazionale che per la natura degli impianti consentano di assegnare posti a sedere e ordinati accessi e uscite degli spettatori» le parole del presidente.

Bonaccini ha proseguito analizzando le differenze di impianti a seconda delle discipline sportive: «Abbiamo messo a disposizione del Governo, dei Ministri Spadafora e Speranza, le competenze del gruppo di lavoro istituto presso la Conferenza delle Regioni perché si possa poi fare un approfondimento sul tema della ripresa degli eventi sportivi continuativi, considerando che le diverse discipline sportive presentano differenti caratteristiche di pubblico e di impianti. Mi auguro che anche su questo tema si possa, di intesa con il Governo e il contributo delle federazioni fare qualche progresso ulteriore nei prossimi giorni» ha concluso il presidente della Conferenza delle Regioni.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password