Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/06/2019 alle ore 20:48

Attualità e Politica

01/03/2019 | 17:10

Caso Capannelle, il nodo del canone di affitto: la riduzione fu decisa dalla Giunta Alemanno nel 2013

facebook twitter google pinterest
capannelle hippogroup canone affitto alemanno

ROMA - Nel lungo comunicato con cui oggi Hippogroup annuncia la decisione di restituire l'Ippodromo delle Capannelle viene trattata anche la questione del canone di affitto, tra le cause principali del conflitto tra il concessionario uscente e l'amministrazione capitolina. La storia comincia a marzo del 2013 quando Hippogroup «rappresentava che, in ragione della rilevante riduzione dei ricavi, determinata, tra l’altro, dal dimezzamento del corrispettivo impianti (ridotto da Euro 5.200.000,00 ad Euro 2.600.000,00) disposto unilateralmente e senza preavviso, con decorrenza dal 1° gennaio 2012, dall’ASSI si era venuta a trovare nella oggettiva impossibilità di rispettare gli impegni concordatari». Per fare fronte alla nuova situazione, il concessionario faceva due richieste alla giunta allora guidata da Alemanno: la riduzione del canone di concessione, che allora ammontava a circa 2,4 milioni annui, e il prolungamento della durata, “per consentire alla Società di sostenere l’impegno economico-finanziario connesso alla realizzazione degli investimenti programmati e, per quanto possibile, di recuperare l’effetto del relativo ammortamento”.

La prima richiesta, riguardante il canone, è stata soddisfatta dalla giunta con la Deliberazione n. 199 dell’8 maggio 2013 la quale, considerando anche la sopravvenuta riduzione di stanziamenti pubblici, stabiliva «di modificare le condizioni di cui alla deliberazione di Giunta Capitolina n. 299 del 16 settembre 2011 ridefinendo il canone di concessione dell’Ippodromo delle Capannelle in euro 66 mila annui».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse non autorizzate: controlli e sequestRi nel reggiano

Scommesse non autorizzate: controlli e sequestri nel reggiano

15/06/2019 | 15:10 ROMA -  Una sala scommesse, sprovvista di autorizzazioni, allestita in un locale del centro di Novellara, nel Reggiano, in cui venivano raccolte puntate sportive per conto di una società non autorizzata dai Monopoli di...

giochi notizie slot scommesse agipronews

Giochi, la settimana in un clic

14/06/2019 | 15:58 LUNEDI' 10 GIUGNO Politica e giochi – La firma del nuovo decreto sulle scommesse dal parte del ministro Tria ha scatenato la critica di Giovanni Endrizzi, senatore del Movimento Cinque Stelle, quindi teoricamente vicino...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password