Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/08/2018 alle ore 19:05

Attualità e Politica

19/03/2018 | 16:48

Casinò, c'è anche chi fa festa: nel Ticino aumentano le tutele dei lavoratori

facebook twitter google pinterest
casinò mendrisio locarno contratto

ROMA - Mentre 156 lavoratori del Casinò di Campione, coinvolti in una procedura di fallimento, rischiano il posto, i loro colleghi delle case da gioco ticinesi, vicini geograficamente ma lontanissimi in quanto a prospettive, festeggiano il rinnovamento del contratto di lavoro. L'accordo, raggiunto venerdì scorso, riguarda i casinò di Mendrisio e Locarno e regola le condizioni di lavoro di circa 280 dipendenti. La trattativa ha dato esiti positivi per quanto riguarda la possibilità di conciliare gli impegni lavorativi con la famiglia. In particolare, il congedo maternità è stato aumentato a 20 settimane pagate al 90 per cento e il congedo paternità concesso sarà di 5 giorni. «Sono elementi importanti per i dipendenti di queste strutture che spesso, per la natura delle case da gioco, sono impegnati con lavoro a turni e la sera fino a tardi», ha detto il sindacato. Le rappresentanze dei lavoratori e dei due casinò hanno espresso soddisfazione per il risultato raggiunto. «Un importante segnale che il confronto sociale, che talvolta si esprime anche in modo serrato, dà risultati importanti per la qualità di vita delle lavoratrici e dei lavoratori».

MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password