Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/09/2019 alle ore 19:00

Attualità e Politica

08/08/2019 | 13:13

No alle telecamere per controllare i dipendenti: reintegrata impiegata al Casinò di Venezia

facebook twitter google pinterest
casinò venezia telecamere licenziamento

ROMA - Il datore di lavoro non può utilizzare le telecamere di sicurezza per controllare i propri dipendenti, a meno che tale eventualità passi attraverso un accordo sindacale e con informazioni dettagliate. È con questa motivazione - riporta il "Gazzettino Venezia-Mestre" - che la Sezione lavoro del Tribunale di Venezia ha dichiarato illegittimo il licenziamento di una impiegata amministrativa del Casinò di Venezia, avvenuto nel gennaio del 2018 e basato proprio sulle immagini riprese dalla telecamera di controllo, in base alle quali le era stato contestato di essersi intascata indebitamente somme versate dai clienti per accedere alla Casa da gioco, per un ammontare complessivo di 90 euro. la sentenza capovolge l'ordinanza con cui l'anno scorso era stato confermato il licenziamento. Nella motivazione si ricorda che la norma di riferimento dispone il controllo a distanza solo «per esigenze organizzative e produttive, per la sicurezza del lavoro e per la tutela del patrimonio aziendale». Gli apparecchi possono essere installati «previo accordo collettivo stiulato dalla rappresentanza sindacale». Il Tribunale ha dunque ritenuto inutilizzabili le immagini e la principale prova a carico dell'impiegata è venuta meno. Dagli atti prodotti dal Casinò nel corso della causa è emerso che la dipendente, in servizio al bancone d'ingresso, aveva consegnato a nove clienti che non ne avevano diritto altrettanti biglietti d'ingresso gratuiti, che prevedevano la possibilità di giocare un importo di 10 euro. La casa da gioco ha già impugnato la sentenza in appello. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

giochi notizie agipronews scommesse slot

Giochi, la settimana in un clic

20/09/2019 | 16:43 LUNEDI' 16 SETTEMBRE Politica e giochi – Innovazione tecnologica e digitalizzazione, ma anche giro di vite contro le frodi e riemersione del sommerso. Sono le parole d'ordine del neo Ministro dell'Economia Roberto...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password