Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 29/05/2020 alle ore 12:06

Attualità e Politica

16/04/2020 | 10:49

“Fase 2”, le valutazioni del comitato scientifico: lotterie e sale giochi sono da “bollino arancione”

facebook twitter google pinterest
colao coronavirus sale giochi lotterie

ROMA - Lotterie e case da gioco sono da “bollino arancione”, quindi in vista della riapertura post 3 maggio sono messe meglio rispetto ad altre attività, contrassegnate con il “bollino rosso”. Lo spiraglio per il settore viene dalle valutazioni del comitato scientifico che sta lavorando alla “fase 2” dell'emergenza coronavirus. Il comitato ha stilato un lungo elenco di codici ateco in cui i valori di rischio sono calcolati in base a tre variabili: esposizione (la probabilità di venire in contatto con fonti di contagio, vale per il settore sanitario, la gestione dei rifiuti speciali, i laboratori di ricerca); prossimità (la possibilità di attuare distanziamento sociale) e aggregazione (la tipologia di lavoro che prevede contatti con soggetti terzi, dal commercio alla ristorazione). Il coefficiente di rischio integrato annovera tra i bollini rossi il trasporto aereo, l'assistenza sanitaria e quella sociale non residenziale. Tra i bollini arancioni (oltre a lotterie e case da gioco) ci sono servizi per la persona, servizi di assistenza sociale residenziale, amministrazione pubblica, difesa, gestione delle reti fognarie.

Rispetto a queste valutazioni, ha espresso dubbi Vittorio Colao, il manager a capo della task force che su incarico di Conte sta lavorando alla ripresa. Come riporta l’edizione odierna de “La Repubblica”, Colao ha contattato il commissario Domenico Arcuri per fare un punto della situazione. Perché molto dipenderà dalla capacità del governo di mettere in sicurezza lavoratori e cittadini. Tutto il team di Colao è dubbioso sulle ipotesi di una ripresa fatta per fasce d'età o di chiusure e riaperture decise in base ai codici "ateco" che definiscono le diverse attività produttive. L’aspetto fondamentale, secondo la task force, sarà capire quali filiere saranno in grado di lavorare in sicurezza. 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password