Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/10/2019 alle ore 08:46

Attualità e Politica

11/12/2018 | 12:45

Comportamenti anomali dei concessionari, Astro: "Uno studio legale accerterà le distorsioni ai principi del libero mercato"

facebook twitter google pinterest
concessionari Astro studio legale Lipani Catricalà

ROMA - In seguito ai comportamenti anomali che stanno subendo i gestori ad opera dei concessionari, l'associazione dei gestori Astro ha formalmente conferito mandato allo Studio Legale Lipani-Catricalà di approfondire, attraverso un studio dettagliato, «la sussistenza, nelle condotte attualmente poste in essere dai concessionari, di elementi distorsivi della concorrenza, del libero mercato e dei principi contenuti nella normativa di settore, soprattutto con riguardo ai rapporti e agli equilibri tra i soggetti della filiera». Il mandato allo studio legale «comprende, come ulteriore sbocco, nel caso in cui l’approfondimento preliminare evidenziasse l’effettiva sussistenza della natura distorsiva delle condotte dei concessionari, l’inoltro della formale segnalazione AGCM», si legge in una nota dell'associazione. «I legali che ci assistono hanno chiesto di raccogliere tutto il materiale necessario allo studio della questione, da sottoporre, successivamente, al vaglio della AGCM», quindi Astro chiede ai propri associati di segnalare «ogni tipo di atto del vostro concessionario che riterrete arbitrario, immotivato, sproporzionato e comunque lesivo della vostra attività di impresa, con l’indicazione del nominativo dell’impresa concessionaria e della persona fisica (addetto commerciale o altra figura) che abbia agito in nome e per conto della stessa. Aggiungendo comunque ogni elemento utile a costituirne prova» e «le modalità con cui si esplicano tali condotte dei concessionari». Inoltre si suggerisce di conservare e trasmettere all'associazione «tutta la documentazione comprovante l’eventuale condotta arbitraria del concessionario oppure, in assenza di atti scritti, di comunicare la data, l’ora e le modalità con cui sono state ricevute eventuali comunicazioni (esplicanti tali condotte anomale) telefoniche e/o dirette (alla presenza dell’incaricato del concessionario), sempre indicando il nominativo ed il ruolo del soggetto con cui avete interloquito (anche se solo telefonicamente)».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password