Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/11/2018 alle ore 21:16

Attualità e Politica

02/07/2018 | 12:07

Giochi, Consiglio di Stato: “Giusto sospendere la licenza ai bar che ospitano apparecchi illegali”

facebook twitter google pinterest
consiglio di stato bolzano giochi azzardo totem

ROMA - Le ripetute violazioni in materia di giochi giustificano la sospensione della licenza. Lo conferma il Consiglio di Stato nella sentenza che ha respinto il ricorso presentato dal titolare di un bar del capoluogo, per il quale lo scorso anno il Comune aveva disposto la sospensione della licenza e la chiusura dell’attività per 60 giorni. Il Collegio ha rilevato come il ricorrente avesse più volte violato le norme sugli apparecchi da gioco: nel 2013 gli era già stata imposta la rimozione delle slot per il mancato rispetto delle distanze minime dai luoghi sensibili, ma in seguito il titolare del bar aveva installato i cosiddetti “totem”, apparecchi del tutto irregolari poiché privi dei requisiti previsti dalla legge. Per il Consiglio di Stato, dunque, esistevano tutti i presupposti per l’applicazione della sanzione: il Comune «è titolare di poteri discrezionali nel valutare i fatti di potenziale pericolo per la sicurezza dei cittadini e l’ordine pubblico». In questo caso tale rischio era costituito dal fatto che il titolare aveva ripetutamente installato gli apparecchi illegali, anche dopo un primo sequestro, «dimostrando un atteggiamento incline a reiterare le medesime violazioni e, quindi, da porre in pericolo l’ordine e la sicurezza pubblica». Già lo scorso novembre il Tar Bolzano aveva respinto il ricorso dell’esercente. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password