Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/04/2019 alle ore 09:10

Attualità e Politica

19/03/2019 | 12:32

Giochi, dal Consiglio di Stato un'altra sentenza a favore del "distanziometro" a Bolzano

facebook twitter google pinterest
consiglio di stato giochi bolzano scommesse

ROMA - Il Consiglio di Stato ha nuovamente confermato la legittimità della legge provinciale di Bolzano, che prevede almeno 300 metri di distanza dai luoghi sensibili per sale da gioco e apparecchi. Nella sentenza pubblicata oggi, come in quelle arrivate la scorsa settimana, sono stati respinti gli appelli presentati da un operatore di gioco. I giudici sottolineano «l’indubbia congruità/adeguatezza della disciplina legislativa provinciale in questione rispetto alle finalità perseguite» e la mancata violazione dei principi costituzionali e del principio di ragionevolezza, «con conseguente insussistenza dei presupposti per la rimessione alla Corte costituzionale».
Palazzo Spada esclude che «si sia verificato l’effetto espulsivo lamentato dalle parti ricorrenti». Il distanziometro non determina, nelle elaborazioni effettuate dal perito, «una privazione dell’intero segmento di mercato», poiché è ancora disponibile “uno spazio utile residuo nell’ambito dei singoli terrori comunali, bensì tendenzialmente ristretto, ma pur sempre idoneo e sufficiente per l’organizzazione economica delle attività delle sale giochi». I giudici confermano dunque che la norma è adeguata «rispetto alle finalità perseguite» e che la scelta del legislatore rientra «ampiamente nei limiti della discrezionalità riservata all’attività legislativa». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password