Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/09/2021 alle ore 16:30

Attualità e Politica

04/05/2021 | 10:38

Giochi e limiti orari, Consiglio di Stato sospende decisione sul regolamento di Treviolo (BG): chiesti al Comune dettagli sul provvedimento

facebook twitter pinterest
consiglio di stato slot videolottery limiti orari treviolo

ROMA - Il Consiglio di Stato sospende la decisione sul regolamento per il contrasto alla ludopatia del Comune di Treviolo (BG) e quello dell’Ambito Territoriale di Dalmine. Nel parere interlocutorio pubblicato oggi, i giudizi di Palazzo Spada chiedono maggiori dettagli alle due amministrazioni riguardo l'istruttoria che ha portato all'adozione dei due regolamenti. A sollevare il caso era stata la società titolare di una sala videolottery di Treviolo, contro la norma che vieta il funzionamento degli apparecchi da gioco - oltre alla videolottery anche le slot machine - dalle 23 alle 9, una disposizione ritenuta sproporzionata per il contrasto al gioco patologico e discriminatoria per le sale giochi specializzate. I provvedimenti impugnati, cioè, «determinerebbero un ingiusta penalizzazione per la prima tipologia di esercizi, perché li costringe alla chiusura nella fascia considerata, mentre gli altri esercizi generalisti , dovrebbero, continuando a lavorare, solamente spegnere gli apparecchi da gioco con vincite in denaro, mentre potrebbero continuare l’erogazione di altri servizi e prodotti» di gioco. «L’affare non è maturo per l’espressione del parere», scrive però il Consiglio di Stato, chiedendo al Comune di Treviolo e all’Ambito territoriale di Dalmine di «relazionare sull’istruttoria da essi compiuta, che ha preceduto l’adozione dei regolamenti impugnati, trasmettendo tutta la documentazione giustificativa». Il Comune dovrà inoltre chiarire se al regolamento approvato nel 2019 «abbia fatto seguito una specifica ordinanza sindacale che abbia disciplinato gli orari di funzionamento degli apparecchi da gioco ovvero gli orari di apertura e chiusura delle sale giochi e scommesse». A richiedere la documentazione sarà l'Agenzia Dogane e Monopoli, che dovrà assegnare un termine «non inferiore a giorni quaranta» per l’esecuzione dell’adempimento istruttorio.
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password