Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/08/2020 alle ore 20:43

Attualità e Politica

14/05/2020 | 18:26

Bingo, accordo sindacale per la riapertura: lavoratori a casa con 37,5°, limitazione dei posti a sedere, guanti e mascherine per il personale di sala

facebook twitter google pinterest
covid 19 bingo fase 2 sindacati

ROMA - La ripartenza è vicina e le sale Bingo si dotano di “linee guida condivise” per limitare al massimo il pericolo di contagio. L'accordo è stato firmato oggi dai sindacati di categoria, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, con Fipe Confcommercio e le società Gruppo Milleuno spa, Gruppo Operbingo Italia, Hbg Entertainment srl, Federazione Italiana Concessionari Bingo, Novomatic Italia e Cirsa Retail srl. Le regole, specifica il testo dell'accordo, valgono per il periodo di emergenza definito dal Governo e solo «per le Gaming Hall in cui sia presente attività di Bingo». 

Queste le principali indicazioni, oltre, ovviamente, all'obbligo di distanza di sicurezza: i lavoratori devono rimanere nel proprio domicilio (o lasciare l'azienda se vi si siano recati) in caso di febbre oltre 37,5° o altri sintomi influenzali, o anche se nei 14 giorni precedenti siano stati in zone a rischio o abbiano frequentato persone positive al COVID-19. Il divieto di accesso nel caso si manifestino questi elementi vale anche per i clienti. 

Chiunque, prima dell'accesso in sala, potrà essere sottoposto al controllo della temperatura. Se superiore a 37,5° non sarà consentito l'accesso. Da prevedere accessi preferenziali per ingresso e uscita del personale e del pubblico, per evitare assembramenti. Vanno predisposti punti di igienizzazione e per ogni Gaming Hall sarà definità la capienza massima che consenta il distanziamento sociale, con limitazione dei posti a sedere. 

Oltre a lavoratori e pubblico, anche i fornitori dovranno attenersi al protocollo. Inoltre, hanno l'obbligo di informare tempestivamente se un proprio dipendente impiegato presso la sala in attività appaltate o che comunque vi sia transitato per ragioni lavorative, abbia contratto il Covid-19.

I lavoratori positivi al virus e successivamente guariti dovranno produrre una certificazione medica di “avvenuta negativizzazione”.

Regole rigide per la sanificazione. Ne è prevista una straordinaria prima della riapertura. Le postazioni di gioco vanno sanificate periodicamente, così come le aree comuni e i servizi. La detersione con prodotti a base alcolica deve essere almeno quotidiana. Ogni singola fase del ciclo di lavoro prevede l'adozione di misure igieniche sia per il lavoratore che per il cliente. Al personale di sala saranno assegnati guanti usa e getta e mascherine, che vanno sempre indossati nei luoghi di lavoro.

Le società devono predisporre un percorso formativo dedicato al personale, con specifico riferimento alle regole adottate. 

RED/Agipro






Foto di Alejandro Garay da Pixabay 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password