Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/08/2020 alle ore 10:45

Attualità e Politica

08/07/2020 | 10:24

Divieto di pubblicità, Agcom sanziona due operatori di gioco: multa “patteggiata” di 16mila euro per l’eccessiva promozione di bonus

facebook twitter google pinterest
divieto pubblicità agcom sanzioni

ROMA - Sanzioni per oltre 16mila euro nei confronti di due operatori internazionali di gioco presenti anche in Italia. È il risultato delle istruttorie condotte dall'Agcom nei confronti delle due società, segnalate all'Autorità per la violazione del divieto di pubblicità sul gioco introdotto a luglio 2018 con il decreto Dignità. Le due aziende, si legge nelle delibere Agcom visionate da Agipronews, erano finite sotto indagine «per aver effettuato pubblicità relativa al gioco d'azzardo nonché a giochi con vincite di denaro» sulle pagine dei loro siti internet; in uno dei due casi, si legge, erano stati inoltre utilizzati «claim accattivanti» ed «espressioni elogiative» per la promozione di un bonus da 10 euro. Una ricostruzione non condivisa dalle società: nelle controdeduzioni viene sottolineato che la parola "bonus" è ritenuta «pacificamente slegata da un mero significato e/o finalità promozionale» anche dall'Agenzia Dogane e Monopoli, che considera i bonus «come un importo non prelevabile che il giocatore può utilizzare per la fruizione dei servizi di gioco». Quanto ai termini contestati nei claim, le aziende sostengono che questi non sono «in alcun modo in contrasto né con il divieto di incitamento al gioco di cui al Decreto Balduzzi», né con le disposizioni del decreto Dignità, «in quanto addirittura adoperati nella denominazione di giochi ben conosciuti e gestiti da concessionari di gioco pubblico».
Entrambi gli operatori si sono comunque avvalsi della facoltà di concludere il procedimento «senza mettere in discussione la fondatezza dell’accertamento» e pagando una sanzione di 16.667 euro, pari a un terzo di quella stabilita dalla legge (in questo caso 50mila euro). In seguito al pagamento della sanzione, l'Autorità ha quindi archiviato i procedimenti di entrambe le società. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password