Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/08/2020 alle ore 21:12

Attualità e Politica

17/07/2020 | 11:05

Emilia Romagna, Consiglio di Stato: "Anche le palestre sono luoghi sensibili, sale giochi rispettino il distanziometro"

facebook twitter google pinterest
emilia romagna consiglio di stato giochi distanziometro

ROMA - Anche le palestre rientrano tra i "luoghi sensibili" previsti dalla legge regionale contro la ludopatia dell'Emilia Romagna, e le sale giochi devono rispettare da queste una distanza minima di 500 metri. Così il Consiglio di Stato sul ricorso straordinario al Presidente della Repubblica presentato da due esercenti - uno titolare di sala, l'altro di un bar con slot al suo interno - di Borgo Val di Taro (PR), a cui il Comune ha imposto la chiusura per il mancato rispetto del distanziometro. Secondo i giudici l'Amministrazione non ha individuato un nuovo luogo sensibile, possibilità comunque concessa ai Comuni dalla legge regionale, purché individuati con «atto formale». In questo caso, però, il Comune «ha solo dato attuazione alla superiore fonte normativa primaria che già individua e tipicizza tra i luoghi sensibili, quelli deputati ovvero potenzialmente idonei a favorire forme di aggregazione giovanile», come le palestre. Il Collegio sottolinea «che possono presentare le caratteristiche di luogo di aggregazione giovanile non solo le strutture che offrono servizi per favorire lo sviluppo e l'aggregazione di adolescenti, preadolescenti e giovani, ma pure strutture aventi finalità differenti o, addirittura, anche semplici spazi chiusi o aperti». La palestra di Borgo Val di Taro rientra ancora di più in questa tipologie di strutture visto l'alto numero di attività dedicate ai minorenni. L'inclusione della palestra nella mappatura dei luoghi sensibili del Comune è quindi «legittimamente stata adottata dalla Giunta». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

DL Agosto Consiglio dei Ministri convocato alle 18.30

DL Agosto, Consiglio dei Ministri convocato alle 18.30

07/08/2020 | 18:01 ROMA - Il Consiglio dei Ministri che esaminerà il DL Agosto è convocato alle 18.30 di oggi. All'ordine del giorno della riunione di Palazzo Chigi, oltre al DL Agosto, anche un ddl di delega al governo...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password