Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/02/2024 alle ore 20:32

Attualità e Politica

24/10/2023 | 08:50

Eurispes: "Lotta alla corruzione nello sport sia globale e condivisa"

facebook twitter pinterest
eurispes gioco

ROMA - La lotta alla corruzione nello sport è stato il tema portante di “The fight against corruption in sport. The growing role of Research”, webinar che si è svolto all’interno di una più ampia Sport Integrity Week 2023, promossa dalla Sport Integrity Global Alliance – SIGA. L’incontro, organizzato in collaborazione con l’Istituto Eurispes, ha coinvolto illustri rappresentanti del settore giuridico e sportivo sulla corruzione nello sport, le scommesse illegali e match-fixing.

"La lotta alla corruzione nello sport è un principio fondamentale da portare avanti, la base su cui deve fondarsi la cultura sportiva. Ma stiamo vincendo questa lotta? Stiamo facendo tutto il possibile a livello legislativo e istituzionale? Purtroppo no, c’è ancora tantissimo da fare, ed è necessario un cambio di passo. Dobbiamo cambiare atteggiamento, lo sport perde credibilità e non possiamo permettercelo. Si tratta di un problema globale con soluzioni globali, per le quali bisogna collaborare e cooperare a tutti i livelli: locale, nazionale, regionale e internazionale", così Emanuel Macedo De Medeiros, CEO di Sport Integrity Global Alliance, ha aperto il dibattito.

A seguire Stefano Cavanna, Avvocato, esperto di programmi di Capacity Building dell’Unione europea, ha analizzato il fenomeno dagli anni '70 a oggi. "La corruzione nello sport negli ultimi quindici/venti anni, si è evoluta in nuove forme. In questo contesto, le partite truccate legate alle scommesse illegali e al riciclaggio di denaro sono diventate fonte di grande preoccupazione, poiché le scommesse online hanno incredibilmente ampliato la capacità dei gruppi criminali di operare attraverso il dark web. Passando al fronte opposto dell’azione di contrasto al dilagare della corruzione nello sport, possiamo osservare un approccio strategico maturato negli ultimi anni, soprattutto in seno al G20".

Nicola Allocca, Presidente del Comitato OCSE per l’integrità delle imprese e la lotta alla corruzione, ha illustrato il manifesto “Zero Corruption” messo a punto da Business at OECD. "La corruzione è una questione globale trasversale che dobbiamo affrontare insieme per garantire un futuro sostenibile e progressi nelle sfide a lungo termine. Se permettiamo di privare le prossime generazioni di risorse chiave come l’assistenza sanitaria, l’istruzione, gli standard di sicurezza e protezione, il benessere sociale e i diritti ambientali, imporremo un peso intollerabile di disuguaglianza sui nostri figli. Per questa ragione, dobbiamo avere il coraggio di dire che è possibile eliminare la corruzione e dobbiamo dare la giusta dignità alla “corruzione zero” nell’Agenda delle Nazioni Unite, incluso il nuovo 18° SDG».

In chiusura Giovanni Tartaglia Polcini, Presidente della SIGA, magistrato, componente del Comitato Scientifico dell’Eurispes ha introdotto gli strumenti alla base della lotta alla corruzione. "Lo sport è un fondamento sociale ed economico della nostra società, rappresenta un business da centinaia di miliardi di dollari e proprio per questo è soggetto a corruzione. Scommesse illegali, match-fixing e doping sono i metodi più utilizzati per alterare l’integrità dello sport. Le organizzazioni criminali hanno messo le mani sul mondo dello sport con conseguenze devastanti, le infiltrazioni sono sempre più frequenti e seguono lo stesso schema degli altri settori». Il quadro tracciato fornisce esempi quali le attività di vendita di biglietti per eventi sportivi (il cosiddetto bagarinaggio), scommesse illegali e partite truccate, e finanche la gestione di club sportivi e di strutture per lo sport. Anche dall’intervento del magistrato emerge, infine, la necessità di una lotta alla corruzione nello sport che sia globale e condivisa, con standard di integrità universali.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password