Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/05/2018 alle ore 09:49

Attualità e Politica

24/10/2017 | 17:08

Antiriciclaggio, Fanelli (Dir. Giochi Adm): "Online non è il far west, settore ha controlli stretti"

facebook twitter google pinterest
fanelli anriticiclaggio adm online

ROMA - La nuova normativa antiriciclaggio "è figlia di quel dibattito sul gioco che negli ultimi anni ha evidenziato aspetti che esistono, ma che vengono rappresentati all'opinione pubblica in maniera sovradimensionata. L'esempio lampante è quando ancora oggi viene scambiata la raccolta per la spesa, con quest'ultima che è un quinto del totale. Sono elementi che contribuiscono ad alimentare un clima di allarme esagerato, che ha avuto riflessi anche sul tema dell'antiriciclaggio, influendo in maniera negativa e non consentendo al legislatore di lavorare con la necessaria calma". Lo ha spiegato Roberto Fanelli, Direttore per i giochi dei Monopoli, nel corso della presentazione della seconda edizione del volume “Giochi, scommesse e normativa antiriciclaggio”, a Roma, moderata dall'avvocato Paola Maria Palandri. 

"Il gioco viene erroneamente associato in maniera automatica al riciclaggio, è un fenomeno che esiste, ma non è peculiare al settore giochi, non è una sua esclusiva, il riciclaggio esiste anche nell'edilizia o nella ristorazione. - ha spiegato - I requisiti per le aziende nel settore giochi sono stringenti, le norme oggi hanno focalizzato la questione su un tipo di riciclaggio differente, quello sulle operazioni di gioco. Oggi si focalizza molto la questione su vlt e gioco online, in questo ultimo settore da anni esiste il controllo di ogni singola puntata. In Italia l'online regolare è il settore piú controllato, dalla sua nascita, tanto da essere modello per altri Paesi, è sbagliato farlo passare per un 'far west', visto che è tutto tracciato, versamenti, puntate e identità dei giocatori. Un altro altro settore su cui punta la nuova normativa è quello delle vlt - ha aggiunto Fanelli - su queste macchine è in arrivo la tracciatura completa delle giocate, saranno introdotti i cosiddetti 'ticket parlanti', giá oggi, seppur in modo piú laborioso, è possibile risalire a operazioni anomale, con le nuove regole tecniche tutto questo sarà piú semplice".

"Paradossalmente abbassare la soglia di identificazione potrebbe favorire il riciclaggio di somme minori, ad esempio se soggetti criminali acquisiscono con pagamenti maggiorati o con minacce ticket vincenti. - ha concluso Fanelli - Questo problema potrebbe essere limitato con l'identificazione dall'inizio delle giocate, ma c'è sempre da tenere conto di equilibri delicati e una eventuale introduzione di misure del genere va valutata attentemente".

 

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Geronimo Cardia GIOCHI ACADI

Giochi, Geronimo Cardia nuovo presidente di Acadi

22/05/2018 | 09:49 ROMA - Cambio della guardia al vertice di Acadi. L’Assemblea dell'Associazione concessionari di apparecchi da intrattenimento ha eletto all’unanimità l’avvocato Geronimo Cardia come nuovo presidente. Cardia...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password