Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/10/2018 alle ore 16:28

Attualità e Politica

19/12/2017 | 14:06

Dati Gedi, Astro: «Fuorvianti i numeri sulla raccolta, le valutazioni vanno fatte sulla spesa effettiva»

facebook twitter google pinterest
gedi astro slot vlt

ROMA - I dati sul volume di gioco di slot e vlt nei comuni italiani, forniti dalla piattaforma Gedi (da ieri consultabile on line) stanno creando un equivoco: indicare solo la raccolta e non anche la spesa effettiva dei giocatori dà risultati fuorvianti. Lo sostiene l'associazione Astro in una nota, prendendo spunto dalla posizione assunta dal sindaco di Seravezza (Lu), Riccardo Tarabella, che dopo aver visionato i dati Gedi ha annunciato provvedimenti restrittivi per sale ed esercizi pubblici ospitanti apparecchi di gioco. 

«Nessuno si ricorda più – si legge nella nota - che il giocato rileva dal punto di vista tributario, mentre è il dato sulla spesa effettiva (il giocato meno le vincite riscosse) ad identificare la decurtazione patrimoniale dei giocatori». Un esempio chiarisce il concetto: «Se il Signor Sindaco introduce un euro in un congegno da gioco lecito potrà disputare una partita che all’esito del tempo di gioco gli potrà dare 2 euro di vincita. Se si ri-giocano i 2 euro vinti (senza ottenere altre vincite) il Signor Sindaco avrà totalizzato 3 euro di giocato, ma la sua spesa (ovvero la decurtazione patrimoniale) sarà stata di un solo euro. Sulla base di questo elementare principio si fonda la rilevanza del dato della “spesa effettiva” e la sua distinzione dal dato del “giocato”». 

Partendo proprio dai dati del Gruppo Gedi su Seravezza, ricavando la spesa effettiva e suddividendola per la popolazione maggiorenne, il risultato, continua Astro, è «tutt’altro che allarmante, e sicuramente inidoneo a provocare un’esposizione mediatica del primo cittadino: 62,4 centesimi al giorno di spesa effettiva pro-capite alle AWP, 18 centesimi al giorno per le VLT. 

L’associazione Assotrattenimento2007 resta a disposizione del Comune di Seravezza e di ogni altra Amministrazione Comunale che – visti i dati del giocato – voglia conoscere anche la stima di spesa pro-capite della propria popolazione maggiorenne ai congegni da gioco lecito, anche al fine di verificare correttamente su quali iniziative incentrare l’azione amministrativa in termini di priorità».

RED/Agipro 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password