Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/07/2018 alle ore 20:43

Attualità e Politica

24/11/2017 | 17:00

Riordino giochi, Baretta (MEF): «Linea proibizionista non fa sparire il gioco, ma lo nasconde»

facebook twitter google pinterest
giochi Baretta MEF gioco

ROMA - «L’entrata in vigore della legge regionale del Piemonte sembra rimettere in discussione i termini dell’accordo firmato lo scorso 7 settembre in Conferenza unificata tra Governo, Regioni ed enti locali, che presto verrà tradotto in un decreto attuativo del Ministero dell’Economia. Restiamo convinti che una linea proibizionista non fa sparire del tutto il gioco, al massimo lo  nasconde». È il messaggio inviato dal sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta in occasione della presentazione del volume "Il disturbo da gioco d'azzardo, un problema di salute pubblica. Indicazioni per la comprensione e per l'intervento?". L'accordo siglato in Conferenza Unificata «fornisce un quadro nazionale unico, che rispetta le autonomie locali, che contribuisce a ridurre l’offerta, che tutela i cittadini, facendo propria quella sensibilità sociale nata nel mondo dell’associazionismo e della società civile», ha continuato. «Si tratta di una strategia che necessita di una forte collaborazione tra lo Stato centrale e quello locale, le associazioni e la società. A questi attori, proprio la firma dell’accordo in Conferenza unificata, attribuisce nuove responsabilità», in particolare, alle Regioni e agli enti locali «spetterà la sfida della piena responsabilità nella dislocazione territoriale equilibrata dei punti vendita, dopo il dimezzamento previsto dalla riforma», conclude.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password