Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/10/2020 alle ore 12:41

Attualità e Politica

28/09/2020 | 13:04

Giochi, via libera ai codici per le sanzioni: Adm potrà multare le banche per transazioni con operatori illegali

facebook twitter google pinterest
giochi adm sanzioni banche

ROMA – L’Agenzia Dogane e Monopoli prepara il giro di vite nei confronti di banche e operatori finanziari che trasferiscono denaro per conto di operatori di gioco non autorizzati dallo Stato. È quanto emerge dalla risoluzione dell'Agenzia delle Entrate con la quale vengono istituiti i codici tributo per il pagamento delle sanzioni dovute ad Adm. Nell'elenco è incluso quello previsto per le multe «a carico delle società che emettono carte di credito e degli operatori bancari, finanziari e postali» che trasferiscono denaro a favore di operatori di gioco «in difetto di concessione, autorizzazione, licenza o altro titolo autorizzatorio o abilitativo non sospeso». La sanzione per operatori bancari e finanziari – da 300mila a 1,3 milioni di euro per ciascuna violazione accertata - era stata prevista dal Decreto fiscale del 2019. Prima che la disposizione diventi definitivamente operativa, deve essere pubblicato un decreto attuativo del Mef, d’intesa con la stessa Agenzia delle Dogane, contenente le  modalità attuative e la decorrenza. La creazione di un codice tributo è, in ogni caso, il primo passo dell'Amministrazione verso un'ulteriore stretta del gioco illegale, allargando la vigilanza a banche e società di carte di credito. 

Oltre all'attenzione sulle banche, l'elenco dell'Agenzia delle Entrate include anche i codici per le sanzioni dovute dagli operatori di gioco in caso di mancata iscrizione al registro unico e quelle a carico dei concessionari che «intrattengono rapporti contrattuali» con soggetti non iscritti al registro.  Nella lista, infine, anche i codici per i casi di mancata chiusura del punto vendita da parte del gestore che risulta debitore dell’imposta unica e per la mancata rimozione degli apparecchi «privi di meccanismi idonei a impedire ai minori di età l’accesso al gioco». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password