Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/11/2019 alle ore 20:44

Attualità e Politica

29/10/2019 | 12:41

Giochi, accordo Astro-Cgia Mestre per analisi e focus sul settore legale

facebook twitter google pinterest
giochi astro cgia mestre

ROMA - L'associazione Astro e Cgia Mestre hanno sottoscritto un accordo di tre anni per la produzione di report e analisi – locali e nazionali – sul settore giochi che è stato ratificato dal Consiglio Direttivo Astro nella riunione del 29 ottobre 2019. È quanto si legge in una nota dell'associazione. Lo scorso luglio Astro e l’Ufficio Studi della CGIA di Mestre hanno già presentato il primo rapporto sul gioco lecito con particolare riguardo al settore degli apparecchi.
L’obiettivo principale dello studio era quello di scattare una fotografia sulla valenza economica del comparto, individuandone, con criteri senz’altro migliorabili, ma sicuramente prudenti la dimensione economica. Né è risultato un quadro significativo, una filiera complessa, molto controllata, che contribuisce con oltre 7 miliardi di euro alla spesa pubblica (se si considera oltre al PREU anche tutti i vari tributi e contributi). Tale studio, costituisce un primo passo per la costituzione di un “Osservatorio sul gioco lecito” a cura del Centro Studi Astro e dell’Ufficio Studi CGIA di Mestre che analizzerà la dimensione economica del settore nei suoi diversi aspetti: da oggi, inizia quindi un percorso che permetterà, attraverso la disponibilità dei dati, una maggiore conoscenza del gioco lecito. Verranno inoltre condotti dei “focus locali” in particolare su quelle aree del Paese che presentano maggiori criticità per le forti restrizioni normative attuate in materia di gioco lecito. L'accordo siglato oggi diventa dunque un'occasione per riaffermare le peculiarità di un sistema che assicura posti di lavoro, gettito e un sistema regolato. Inoltre, proprio perché lecito si contrappone al gioco illegale. Nel Sistema del Gioco Lecito, le numerose prescrizioni e requisiti che le aziende devono rispettare, la frequenza dei controlli a cui sono sottoposti, offrono all’utente la sicurezza di regole certe e all’Amministrazione Pubblica la possibilità di contrastare fenomeni degenerativi. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Operazione Game Over scommesse online condanne

Operazione Game Over: 16 condanne e 5 assoluzioni

14/11/2019 | 15:55 ROMA - Il gup di Palermo ha condannato, in abbreviato, a pene comprese tra 10 mesi e 16 anni di carcere 16 persone coinvolte nell'inchiesta "Game Over" che, tra l'altro, fece luce sugli interessi dei clan mafiosi nelle scommesse...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password