Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/11/2021 alle ore 16:30

Attualità e Politica

13/07/2021 | 10:36

Giochi e distanziometro in Sicilia, l'Ars modifica la legge: i nuovi contratti per slot e scommesse non sono più "nuove installazioni"

facebook twitter pinterest
giochi distanziometro sicilia ars

ROMA - Cambiano in Sicilia le norme sul "distanziometro" per sale e apparecchi da gioco. L'Assemblea Regionale ha approvato la modifica della legge di ottobre 2020, in particolare per le nuove installazioni degli apparecchi e le sale scommesse riguardo alle quali era prevista la distanza minima di 300 metri (per i comuni inferiori a 50mila abitanti) e 500 metri (per i comuni oltre i 50mila) dai luoghi sensibili. La nuova versione della legge stabilisce che la stipulazione di un nuovo contratto, anche con un nuovo concessionario, non sarà più considerata nuova installazione. La modifica, ha spiegato il relatore della proposta, il deputato Tommaso Calderone (FI), «non c’entra niente con il fenomeno sociale» della ludopatia, ma «serve a modificare una norma per rispondere ad un’altra esigenza sociale. Nessuno vuole aprire nuove sale slot a meno di 300 metri così come previsto dalla legge». Critica invece la deputata Marianna Caronia, secondo la quale la modifica «vanifica del tutto la normativa regionale».
LL/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password