Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/11/2018 alle ore 15:35

Attualità e Politica

16/01/2018 | 19:53

Toscana, Spinelli (Mdp): «Le modifiche alla legge non sono in disaccordo con il patto Governo-enti locali»

facebook twitter google pinterest
giochi legge toscana spinelli

ROMA - «Ringrazio l'opposizione, in particolare Marco Stella di Forza Italia, per il risultato che abbiamo ottenuto insieme. Agiamo in assenza di una legge nazionale sui giochi e crediamo che la nostra normativa non vada in contrasto con l'accordo firmato a settembre in Conferenza unificata da Governo ed enti locali». Così Serena Spinelli (Mdp) nell'aula del Consiglio Regionale della Toscana, dove oggi sono state approvate le modifiche che hanno reso più severa la legge regionale sui giochi. 

Durante la seduta ha parlato anche Stefano Scaramelli (Pd), presidente della Commissione Sanità che nei giorni scorsi aveva dato il via libera alle modifiche: «Quello dei corsi di formazione obbligatori per gestori e dipendenti è un elemento di novità assoluta. Abbiamo ampliato i luoghi sensibili, ma sappiamo che non si tratta della soluzione unica del problema, perché la ludopatia è un fatto culturale. Non demonizziamo il gioco, perché sappiamo che l'aspetto ludico è una delle dimensioni più belle della vita, ma l'abuso è da colpire, perché non può essere inteso dalle persone come una scorciatoia ai problemi della vita».
 

Critiche da Paolo Sarti (SI): «Votiamo la legge perché in qualche caso può servire, ma vedo poca attenzione alla prevenzione. Il sistema delle distanze non dà risposte adeguate, per esempio si bandiscono i punti ddi gioco dai luoghi di culto, quando forse questi luoghi potrebbero aiutare chi cade nella ludopatia».

Marco Stella (FI) è stato il firmatario di un altro disegno di legge che, pur non approvato, è confluito in parte nel testo della maggioranza: «Alcune cose che chiedevamo – ha detto - non sono state inserite, come gli sgravi fiscali per chi disinstalla le slot. Comunque il dibattito è stato ampio e approfondito e il nostro voto favorevole è convinto».

Alla base del testo approvato c'è il lavoro di Anci Toscana e di Simona Neri, referente sul tema ludopatia: «Un bel traguardo raggiunto - ha detto a margine della seduta - e siamo molto soddisfatti. Alla fine l'adesione al nostro testo è stata trasversale, a parte l'astensione della Lega». 

MF/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

slot scommesse giochi agipronews notizie casinò

Giochi, la settimana in un clic

16/11/2018 | 15:35 LUNEDI' 12 NOVEMBRE Casinò – Sarà il Tar Lazio a esprimersi sul ricorso presentato dai dipendenti comunali di Campione d’Italia contro il provvedimento dell’enclave che, lo scorso agosto, ha sancito...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password