Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/05/2018 alle ore 15:35

Attualità e Politica

30/11/2017 | 10:16

Gioco patologico, Guerreschi (Siipac): «Bisogna lavorare su prevenzione e formazione»

facebook twitter google pinterest
giochi ludopatia

ROMA - «Ci troviamo in un momento molto particolare per il settore del gioco», ma «c’è un impegno fortissimo dei concessionari» per il contrasto della dipendenza: «è importante fare una corretta informazione sui dati». Lo ha detto il presidente del Siipac (Società Italiana di Intervento sulle Patologie Compulsive), Cesare Guerreschi, aprendo il secondo Tavolo nazionale sul gioco d'azzardo, in programma oggi a Roma. «A livello normativo sono stati fatti molti progressi, dal decreto Balduzzi in poi: nel 2012 per la prima volta è stata riconosciuta la patologia», poi «sono arrivati il fondo per il contrasto della dipendenza da gioco e l'istituzione dell'Osservatorio sul gioco patologico», ma «oggi abbiamo bisogno di lavorare soprattutto sull'ambito della prevenzione e della formazione altamente qualificata. Dobbiamo impegnarci sulla cultura del gioco», ha concluso.
«Abbiamo bisogno di regole certe perché il settore del gioco possa operare in tranquillità. La politica deve riuscire a coniugare l'aspetto economico e l'aspetto sociale», ha aggiunto il professor Andrea Maria Villotti, direttore generale del Milton Friedman Institute. «Eliminare il gioco non elimina il problema della dipendenza e lascia spazio all'illegalità e alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Invece, dobbiamo fare una campagna di prevenzione e di informazione mirata e di altissimo livello. Sono convinto che il gioco di squadra tra istituzioni e associazioni sia fondamentale per insegnare alle persone a divertirsi e a giocare in maniera sana», ha concluso Luigi Nevola, presidente dell'associazione La Sentinella. MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password